Banner alto

Banner alto

Dog trail e dog trekking: uomo e animale compagni di avventura

Condividi su:

Uomo e cane insieme lungo un sentiero, legati come due veri compagni di avventura. La compagnia e l’affiatamento con l’animale sono ingredienti stimolanti anche in attività impegnative. Affrontare un trekking in montagna diventa più piacevole quando si è insieme al proprio fedele amico a quattro zampe e tra cane e uomo si sviluppa una forte complicità.

corsa con il cane | canicross

Provare è facile, si tratta di una attività relativamente semplice da praticare e alla portata di molti, senza costi particolari: un uomo e un cane imbragati, uniti da una corda elastica (il cane appositamente addestrato a rimanere davanti, a girare a comando e ad aiutare l’uomo lungo il trail). Gradualmente si aumentano i ritmi, e i più preparati possono passare dalla camminata alla corsa. Forte la sintonia che si crea nell’affrontare insieme e allo stesso ritmo sia le salite sia le discese, per non incorrere nel pericolo di cadute e ruzzoloni. Il trekking insieme al cane può assumere diverse connotazioni, da ludico ed escursionistico per apprezzare al meglio l’ambiente montano nelle varie stagioni alle versioni più competitive. Entrambe le varianti hanno in comune l’utilizzo delle attrezzature tipiche anche del canicross (cintura, linea ammortizzata ed imbrago da sleddog per il cane).

Ovviamente importante la preparazione per la disciplina, il cane deve imparare a rimanere davanti, senza intralciare, fermarsi tra gli altri concorrenti o distrarsi. In queste discipline come per lo sleddog da cui derivano, il cane deve riconoscere alcuni comandi, che tradizionalmente sono simili a quelli utilizzati nello sleddog appunto. I comandi principali sono: destra, sinistra, fermo, vai. L’allenamento del cane è graduale, e oltre a doti quali la resistenza e la velocità, si devono curare attentamente la motivazione del cane, che corre solo e unicamente per gioco e l’affiatamento della coppia. Attività adatte a chi vuole godersi un sentiero di montagna (dog trekking) imparando comunque a gestire il cane e collaborare con lui.

L’organizzazione di una uscita di uno o più giorni insieme al proprio cane è una esperienza unica che rafforza il legame esistente e permette di vivere a 360 gradi le esigenze del binomio uomo cane. Zaino in spalla, tenda e sacco a pelo e magari delle pratiche dog packs per condividere con il cane anche il trasporto di qualche piccolo oggetto (ciotola pieghevole, sacchetti ed altro). Il tutto con pettorina e cintura apposita.

L’Italia offre tanti sentieri e località sublimi per praticare il Dog Trekking che unisce la passione per la montagna e l’attività insieme al proprio cane. Un’attività per coloro che cercano un modo diverso di frequentare le montagne, per chi ama le passeggiate, gli animali e desidera allontanarsi dallo stress quotidiano. Il Dog Trekking prevede aspetti escursionistici, socio educativi, agonistici, culturali e naturalistici che ben si compenetrano tra loro, è uno sport che può essere praticato da tutti proprio per la sua semplicità: si tratta, infatti, di una sorta di trekking eseguito insieme al proprio cane. Possono approdare al Dog Trekking appassionati di tutte le discipline sportive o semplicemente amanti della cinofilia, a patto che i denominatori comuni siano l’affiatamento e l’amore nei confronti del migliore amico dell’uomo.

Arriviamo ora alla variante sportivo agonistica che non è semplice corsa con il cane. La differenza rispetto al Canicross è la lunghezza ed il dislivello dei percorsi. Se per canicross consideriamo tutto ciò che riguarda tracciati inferiori ai 7 km, nel Dog Trail (che potete trovare denominato CaniTrail, DogEndurance ecc con alcune varianti di regolamento) il tracciato è solitamente superiore ai 10 km e con dislivelli anche importanti. Il Dog Trail è sicuramente impegnativo dal punto di vista tecnico per la necessità di saper gestire il cane in sentieri stretti ed in discesa con qualsiasi condizione meteo. Anche l’utilizzo di ramponcini per le gare su neve è una difficoltà tecnica da tenere in considerazione nella corsa del binomio.

Se nel Canicross è più difficile trovare analoghi podistici poiché spesso comprendono tracciati anche asfaltati che poco si addicono al cane, nel Trail Running l’attenzione verso gli atleti che corrono insieme al proprio cane è sempre maggiore complice il fatto che già da qualche anno capita che qualche iscritto si presenti sulla linea di partenza con il proprio amico a quattro zampe.

Sicuramente a seguito della grande crescita che sta avendo il canicross e le discipline ad esso legate sono iniziate in Veneto le prime due importanti collaborazioni che hanno portato alla creazione all’interno di due importanti Trail invernali di una classifica separata per gli atleti che hanno partecipato insieme al proprio cane. La Winter Ghel Trail di Gallio (Vicenza) e la Dolomiti Winter Trail di Millegrobbe (Trento) hanno inserito questa variante all’interno della manifestazione riscontrando un positivo interesse per questa categoria.

È emozionante correre all’interno di manifestazioni così prestigiose insieme a tanti atleti nel pieno rispetto l’uno dell’altro, con la serenità di una condivisione totale della giornata e del benessere che solamente una corsa in montagna sa dare. Lo sport insieme al proprio cane sta crescendo e si sta evolvendo nelle sue innumerevoli sfaccettature anche per tutti gli amanti della montagna, non ci sono più scuse, tutti possono trovare quella più adatta a sé ed al proprio cane.

Borgocinofilo Mikamale Asd