Banner alto

Banner alto

Fabio Bonfanti e Paola Ferrantini si aggiudicano la Creste Resegone Skyrace

Condividi su:

Il borgo di Brumano, alle pendici del Resegone, ha ospitato per il quinto anno consecutivo la corsa a fil di cielo sulle creste della montagna manzoniana che fa da linea di confine fra la Valle Imagna e la provincia di Lecco. Una gara che ha uno sviluppo di 15,7 chilometri con un dislivello positivo di 1300 metri.

FABIO BONFANTI | ph credit Cristian RIVA

Grandi protagoniste di questa skyrace “aerea e vertiginosa” sono le creste del Resegone, percorse integralmente da sud a nord, con un giro ad anello che fa perno sul rifugio Resegone – fiore all’occhiello del Cai Valle Imagna – con passaggi cruciali su Cima Quarenghi e Punta Cermenati. 70 gli atleti al via dell’evento valdimagnino.

La cronaca. A dare fuoco alle polveri poco dopo lo start ci ha pensato Paolo Poli che ha portato con sé un drappello composto da Danilo Brambilla, Stefano Tavola e Marco Piazzalunga. Al Gran Premio di Cima Quarenghi la situazione vedeva transitare in prima posizione Paolo Poli (51’32” il suo intermedio) inseguito da Stefano Tavola e Danilo Brambilla, distaccati fra loro di 15 secondi. Più arretrati Marco Piazzalunga, Luca Arrigoni e Fabio Bonfanti.

DANILO BRAMBILLA ALLA CIMA QUARENGHI | PH CRISTIAN RIVA

Le creste, terreno di sfida dei veri skyrunner, hanno fatto una selezione degna delle “grandi classiche”. Al forcing di Paolo Poli ha risposto prontamente Danilo Brambilla, mentre all’inseguimento c’erano sempre Stefano Tavola e Marco Piazzalunga. A metà strada fra Cima Quarenghi e il rifugio Azzoni Danilo Brambilla ha raggiunto e superato Paolo Poli. Nella tecnica discesa verso il Passo del Giuff da dietro è sopravvenuto Fabio Turbo Bonfanti (che nelle prime fasi di gara era undicesimo). Poli ha mantenuto sino al traguardo la terza posizione controllando gli avversari. Bonfanti ha continuato l’impressionante progressione buttandosi a capofitto verso il traguardo e andando a superare anche Danilo Brambilla.

Fabio Bonfanti (Runners Bergamo) si è involato verso il traguardo di Brumano cogliendo la vittoria, dopo due secondi posti nelle precedenti edizioni. 2h00’36” il suo tempo. Danilo Brambilla (Falchi Lecco) è salito sul secondo gradino del podio fermando le lancette su 2h01’37”. Paolo Poli (Valetudo Serim) si è guadagnato la terza posizione assoluta in 2h04’11”. Nella top ten Stefano Tavola, Marco Piazzalunga, Luca Rota, Luca Arrigoni, Ivan Angiolini, Lorenzo Rota Martir e Oscar Invernizzi.

photo credit CRISTIAN RIVA

In campo femminile ad aggiudicarsi la gara è stata Paolina Ferrantini con il finish time di 2h51’33”, seconda Gloria Milani (Sport e Benessere) in 3h01’57”, terza Silvia Ottaviano (Gan Nembro) in 3h03’29”. Nella top five Irene Modenesi e Elsa Salvi.

La Creste Resegone Skyrace – Trofeo Sergio Manini a.m. è organizzata dal Cai Valle Imagna in collaborazione con Valetudo Serim e Csen Outdoor. La manifestazione era valida come prova unica di campionato regionale per società Csen: il titolo è andato alla Valetudo Serim.

FOTO CREDIT CRISTIAN RIVA

Luciano Locatelli del Cai Valle Imagna, a capo del comitato organizzatore: «Quest’anno abbiamo avuto la fortuna, per prima volta in 5 anni, di avere il meteo favorevole, e già questo è un successo perché rende il percorso meno pericoloso nella sua tecnicità. Lungo tutto il percorso erano distribuiti i volontari, che fanno parte delle numerose associazioni della Valle Imagna. Ringraziamo loro, tutti i partecipanti, e poi gli sponsor che ci danno la possibilità di realizzare l’evento, le istituzioni, i comuni di Brumano e Rota Imagna, la Comunità Montana e il Bim».

Enula Bassanelli

Lascia il tuo commento