Banner alto

Banner alto

Garda Trentino Trail: tre distanze, tre laghi e inversione di percorso

Condividi su:

Il primo sabato di maggio torna il Garda Trentino Trail. Tra i paesaggi dell’Alto Garda Trentino e della attigua Valle di Ledro in un evento articolato in tre gare, organizzate sotto un’unica regia e con diverse distanze e difficoltà.

garda trentino trail 01 2016 Ph. Fabio Dassati e Fabrizio Novali

Ph. Fabio Dassati e Fabrizio Novali

Riva del Garda (Trentino) – Il gruppo organizzatore è al lavoro per il secondo Garda Trentino Trail del prossimo 6 maggio intorno ai tre laghi di questo scorcio mediterraneo incastonato tra le Alpi. La novità di quest’anno è l’inversione della direzione di gara. Dunque con partenza da Arco e arrivo in piazza 3 Novembre a Riva del Garda, ai piedi della Torre Apponale a pochi metri dalle acque del più grande lago d’Italia. Tre gare e tre laghi: il percorso della gara più lunga andrà a toccare il fiabesco Lago di Tenno dai riflessi smeraldo, il Lago di Ledro con le sue acque blu cobalto e la sua atmosfera protetta dall’Unesco ed infine l’Alto Lago di Garda.

Il Garda Trentino Trail nella sua interezza si propone con una distanza di 60 chilometri ed un dislivello positivo complessivo di 3500 metri. Una gara che da Arco condurrà gli impavidi a risalire la Val di Tovo per toccare il Monte Calino e il vicino Rifugio San Pietro, quindi discesa verso il Lago di Tenno prima di raggiungere Bocca Trat ed il Rifugio Nino Pernici dell’amico Marco De Guelmi sulle Alpi di Ledro. Da qui si imboccherà l’affascinante sentiero in quota con lo sguardo che potrà spaziare a 360 gradi sulla cornice di vette dolomitiche e non, passando per Bocca Saval (1722 m slm) e Bocca Dromaè (1685 m slm), i punti più alti del tracciato. La lunga picchiata verso la Valle di Ledro, con le acque del lago a fare da riferimento, sarà quindi seguita dalla risalita verso Bocca Fortini per aggirare il Monte Carone e quindi proiettarsi verso il Garda Trentino, con la discesa attraverso Malga Palaer e con il gran finale della Ponale, la magica strada ideata e realizzata dall’ingegno umano nella seconda metà dell’800 ed oggi sentiero ciclo pedonale tra i più apprezzati al mondo. Gli ultimi cinquecento metri, infine, saranno proprio sul lungolago, fino al traguardo posto nel cuore di Riva del Garda.

garda trentino trail 02 2016 Ph. Fabio Dassati e Fabrizio Novali

Ph. Fabio Dassati e Fabrizio Novali

Questo il percorso maggiore, accompagnato come si diceva dai due tracciati ridotti, la versione marathon di Tenno Trail Marathon con partenza da Tenno, 42 km di sviluppo e 2400 m di dislivello positivo e la più corta Ledro Trail Experience di 30 km e 1000 metri di dislivello che scatterà proprio dalla Valle di Ledro. Sabato 6 maggio i primi a partire saranno gli impavidi che affronteranno il Garda Trentino Trail (ore 8 da Arco), seguiti alle ore 11 dagli iscritti alla Tenno Trail Marathon e alle ore 13.30 dai partecipanti alla Ledro Trail Experience; l’arrivo dei primi concorrenti è previsto attorno alle ore 14 a Riva del Garda.

Ma non è tutto, perché tra il 21 e 23 aprile ad Arco si terrà il Festival Adventure Awards Day, il festival dell’avventura e dell’esplorazione che ospiterà un autentico antipasto delle tipicità del successivo Garda Trentino Trail con un progetto curato dall’ultrarunner Michele Evangelisti e rivolto principalmente ai bambini, chiamati alla scoperta della corsa nei boschi e ai significati intrinsechi dell’amore e del rispetto della natura.