Banner alto

Banner alto

Lanfranchi & Boffelli: la coppia magica dello scialpinismo orobico

Condividi su:

Di ritorno dalla prova in Val Comelico – La Pitturina Ski Race – abbiamo contattato Pietro Lanfranchi e William Boffelli per farci raccontare della vittoria condivisa fra… l’allievo della Val Brembana e il maestro della Val Seriana.

Pietro Lanfranchi & William Boffelli

William Boffelli

«Finalmente oggi una vera gara di sci alpinismo – racconta William Boffelli -, una gara lunga, tecnica e molto varia con tratti a piedi in cresta, inversioni e discese fuoripista. Sono contento di essere tornato a correre con il Lanfra questa stagione, mi mancava una gara con lui, il mio socio storico. Per quanto riguarda la gara, abbiamo subito fatto un bel forcing nella prima salita per staccare gli avversari, salvo poi amministrare il vantaggio sulle restanti ascese. Molto soddisfatto, non potevo chiedere di meglio».

Pietro Lanfranchi

«Confermo, come dice William, la soddisfazione per il notevole livello tecnico di questo tracciato – rilancia Pietro Lanfranchi -; gareggiare in coppia con lui è sempre bello. Definirlo mio allievo non è appropriato, perché lui ovviamente ha un suo personale percorso di crescita, ma è il termine più adatto a descrivere la nostra situazione quando gareggiamo insieme. Mi fa piacere vedere che ora sia così competitivo e che tocchi a me tirar fuori la lingua per stargli dietro. Sta seguendo le mie orme nella carriera sportiva, ma si stanno invertendo i ruoli, è lui che deve tirare me. Riferendomi invece, nello specifico, alla Pitturina Ski Race, beh è una competizione a cui sono particolarmente affezionato, perché qui ho ottenuto uno dei miei migliori piazzamenti in Coppa del Mondo individuale. Nonostante la località disti 4h30 di auto da casa nostra, vengo sempre con entusiasmo».

Ulteriori info su questa edizione della Pitturina Ski Race →qui← , la classifica invece è consultabile →qui←.

Enula Bassanelli