Banner alto

Banner alto

Jean Baptiste Simukeka e Martina Brambilla conquistano la Maga Skyrace

Condividi su:

Sul percorso di 24 km e 1450 metri di dislivello positivo della Maga Skyrace, con partenza a quota 1600 alle pendici del pizzo Arera, fra  i 202 atleti al via si sono imposti il ruandese in maglia Valetudo Serim Jean Baptiste Simukeka e la brianzola residente in Valsassina Martina Brambilla del team Vam Race. classifica

foto copyright Michelangelo Oprandi

Veniamo alla cronaca. Un terzetto formato dai Valetudo Serim Jean Baptiste Simukeka – ruandese – e Dennis Bosire Kiyaka – keniano – e dal fondista dell’Esercito Sergio Bonaldi si è subito portato in testa. 

I tre hanno attaccato insieme anche la salita dell’Alben ma a metà di quest’ultima asperità di giornata Bonaldi si è fatto leggermente staccare. Jean Baptiste Simukeka ha tagliato per primo il traguardo di Serina fermando il tempo su 2h22’29”. Un solo secondo di distacco per Dennis Bosire Kiyaka che si prende la medaglia d’argento. Al terzo posto gli applausi sono per l’azzurro Sergio Bonaldi, “local” di Serina, che ha chiuso in 2h24’22”. Nella top ten Danilo Brambilla, Elia Balestra, Paolo Poli, Paolo Colleoni, Luca Rota, Daniele Carobbio e Adriano Ticozzelli.

Per il secondo anno consecutivo Martina Brambilla (Vam Race), brianzola residente in Valsassina, si è imposta alla Maga Skyrace. 3h10’08” il tempo che le è valso la vittoria. In seconda posizione la scialpinista della Carvico Skyrunning Paola Pezzoli con il finish time di 3h16’02. Medaglia di bronzo al collo della giovane di Oltre il Colle Laura Tiraboschi che ha completato la prova in 3h30’17”. Fra le migliori dieci Helene Papetti, Silvia Ottaviano, Jessica Regazzoni, Arianna Mariani, Alejandra Hernandez, Lelia Maria Camanini e Chiara Spreafico.

Nella stessa giornata si sono disputate anche la Maga Skymarathon di 39 km e la Maga Ultra Skymarathon di 50 km valida come finale delle Skyrunner Italy Series Ultra. Gli eventi sono organizzati dall’Asd Maga del presidente Davide Scolari.