Nadir Cavagna: “Dopo la StraMagenta proverò una mezza maratona”

Condividi su:

Dopo un’immersione nei cross, dal Campaccio ad Arcisate passando per la Cinque Mulini, Nadir Cavagna ha preso parte alla StraMagenta. Coprendo i 10 km in 30’29”, il corridore dell’Atletica Valle Brembana ha vinto precedendo Yassine Rachik e René Cunéaz. 

Nadir_Cavagna_straMagenta_2017_vincitore_ph_credit_Antonini-foto.it

Foto © Antonini-foto.it

Ciao Nadir, domenica hai vinto la StraMagenta, ci racconti com’è andata?
«Ciao a tutti, domenica 5 febbraio ho corso la Stramagenta, gara bella e particolare, sono molto contento di come sia andata. È stato un risultato inaspettato, ho incontrato avversari molti forti e fino all’ultimo metro non ho potuto rilassarmi».

Il crono finale?
«Sono molto soddisfatto del mio tempo, 30’29”. Considerando il periodo dell’anno e la preparazione che sto facendo, rivolta ai cross, non pensavo di poter correre a quel ritmo».

Come hai impostato la gara?
«Tatticamente ho cambiato qualcosa rispetto al mio solito schema. Sono rimasto più coperto e solo verso i tre quarti di gara mi sono messo davanti, e posso dire che ha funzionato».

Che tipo di allenamenti stai facendo?
«In questo periodo gli allenamenti sono basati principalmente sulla preparazione per i cross, quindi sto facendo parecchi chilometri. I lavori che eseguo sul tartan sono lunghi ma a ritmi blandi. Anche in allenamento le sensazioni sono molto buone».

Il tuo prossimo appuntamento?
«L’obbiettivo imminente sono i campionati italiani di cross country a Gubbio. Spero di portare a casa un buon risultato dato che sono ancora all’ultimo anno della categoria promesse. Ma prima degli italiani farò due gare, il 19 a Fiorano al Serio e il 4 marzo a Monza».

Come ti trovi con Renato Gotti?
«Con Renato mi trovo veramente bene, ormai sono tre anni che mi segue e da lui imparo continuamente. È una grande persona e un grande allenatore, spero di regalargli qualche soddisfazione in più nei prossimi mesi e anni».

La gara più importante del 2017?
«Per ora non so quale sarà l’appuntamento più importante del 2017, ma so per certo che debutterò in una mezza maratona. A fine marzo, se tutto va nel verso giusto».

Enula Bassanelli