Banner alto

Banner alto

Pierluca Armati: il soverese terzo nella scalata alle Torri di Abu Dhabi

Condividi su:

Trovandosi per lavoro ad Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi Uniti, il bergamasco di Sovere Pierluca Armati, campione italiano alpini 2016, ha voluto partecipare il 27 gennaio alla gara in programma sulle Ethiad Towers, a due passi dal suo ufficio.

pierluca_armati_2017_abu_dhabi

«L’evento si sarebbe disputato a pochi minuti dal luogo di lavoro – racconta Pierluca Armati del Gsa Sovere – così ho approfittato e mi sono iscritto. La gara vertical consisteva nella salita degli 82 piani e 1620 scalini di uno dei 5 grattacieli del gruppo Ethiad Towers». La prova élite era riservata ai partecipanti al circuito mondiale di tower running. Armati si è quindi iscritto in una categoria diversa, la challenger, che prevedeva comunque la scalata sul medesimo tracciato del mondiale. «Si partiva in 4 alla volta ogni 30 secondi, io ero fra i primi». Armati ha fatto un po’ di selezione, lasciando indietro i compagni della partenza e concludendo da solo. «Al termine della gara mi hanno informato del mio risultato. Mi sono classificato in terza posizione, così mi hanno anche chiamato sul palco a ritirare il premio e fare le foto di rito. La piacevole sorpresa è stata osservare che il mio tempo di gara, facendo un raffronto, rientrava fra i migliori dieci della categoria élite. Inoltre i due atleti che mi hanno preceduto sono runner che solitamente corrono fra gli élite. Per me è una esperienza nuova, non ero abituato a questo tipo di gare. Mi sono divertito». 10’17” il suo crono finale. Presenti gli italiani Emanuele Manzi e Cristina Bonacina, «con loro ho condiviso i momenti pre e post gara». Manzi ha sfiorato il podio, chiudendo in quarta posizione élite, in 9’37”. Bonacina, fra le élite, è risultata 12esima in 14’11”.

Leggi anche: