Banner alto

Banner alto

Pizzo Stella: domenica si corrono la Skyrace e la Skymarathon

Condividi su:

Domenica le due gare, Pizzo Stella Skyrace e Pizzo Stella Skymarathon, entrambe con partenza e arrivo in piazza San Luigi Guanella a Fraciscio; precedute il venerdì dalla serata con Michele Boscacci. Tutto pronto per la 4ª edizione che vedrà al via circa 300 concorrenti.

Domenica 8 luglio spazio alle gare con due differenti start. I primi a prendere il via alle 7.30 saranno i concorrenti della prova marathon da 35 km (2650 D+), tappa delle Skyrunner Italy Series. Mezzora più tardi sarà la volta della neonata skyrace da 20 km (1700 D+), seconda tappa del nuovo circuito Lombardia Valetudo Serim.

Oltre all’inserimento dell’inedito tracciato da 20 km, che apre le porte anche ai neofiti della specialità, la novità 2018 riguarda il cuore pulsante dell’evento. Dopo il positivo test dello scorso anno, vedrà la bella piazza dedicata a San Luigi Guanella sede di partenza e arrivo di entrambe le competizioni. Un bel modo per valorizzare Fraciscio e legare ancora di più l’evento al paese.

Sfogliando la starting list della gara principe, balza all’occhio il nome dell’alpino e già vincitore di questa gara Daniel Antonioli. Il polivalente atleta lecchese dovrà guardarsi le spalle da due avversari di valore come il ruandese Jean Baptiste Simukeka, dominatore della mitica ResegUp, e Paolo Bert, il “re del Monviso”. Nel ruolo di outsider non mancano certo i pretendenti al podio. Menzione d’obbligo la meritano il brianzolo Danilo Brambilla, il bergamasco Paolo Poli, il locale Erik Panatti e i lecchesi Stefano Butti e Paolo Bonanomi.

Nella gara in rosa da seguire l’esordiente Crina Buzgan. Classe ’94 e neo acquisto della Valetudo Serim, nel 2018 in Romania ha già vinto la Marathon Bate Toaca e la Retezat Skyrace.

Il percorso della skymarathon. Un anello tecnico e spettacolare, appositamente disegnato per valorizzare i punti più suggestivi dei 3 comuni coinvolti (Campodolcino, San Giacomo di Filippo e Piuro) e delle 3 valli alpine di Spluga, Lei e Bregaglia, lo scorso anno ha portato i 221 concorrenti a toccare posti di rara bellezza quali il lago artificiale della Val di Lei, il Pizzo Sommavalle (2863 m slm), la Forcella d’Avero (2332 m slm), il Bivacco Chiara & Walter (2661 m slm), il Passo dell’Angeloga (2386 m slm) e l’omonimo Rifugio (2042 m slm) prima della picchiata su Campodolcino e l’ultima tosta ascesa verso il traguardo.

Migliori crono di sempre: 3h42’45” di Marco De Gasperi & 4h24’19” di Denisa Dragomir.

Non solo corse a fil di cielo, ma un vero e proprio week end dedicato al mondo della montagna che partirà venerdì con il campionissimo dello skialp Michele Boscacci. Alle ore 20.30, presso la palestra comunale di Campodolcino, il portacolori del Cs Esercito ripercorrerà a suon di foto e video una stagione magica che l’ha visto trionfare sia in coppa del mondo, sia nel circuito La Grande Course che, di fatto, racchiude le più grandi classiche in ambito continentale.

Sabato pomeriggio il ritiro pettorali in piazza della chiesa sarà invece accompagnato dalle funamboliche esibizioni del campione italiano di trial Luca Petrella che, a suon di musica, lascerà in molti a bocca aperta.