Banner alto

Banner alto

Podone Skytrail sold out. A due settimane dal via pettorali esauriti

Condividi su:

Il Podone Skytrail ha fatto registrare il sold out. I 350 pettorali disponibili per la gara del 30 settembre sono stati letteralmente bruciati con oltre due settimane di anticipo. Il Gan Nembro è dunque riuscito nell’impresa di far tornare agli “antichi splendori” la gara dei pionieri, risalente ai primi anni sessanta.

Podone Skytrail (ph. credit Cristian Riva)

L’ultima domenica di settembre gli atleti dovranno affrontare un percorso di 24 chilometri con un dislivello in salita di 1780 metri. Si partirà dalla sede del Gan Nembro e dopo soli 3 km si giungerà sulla cima del monte Valtrusa. Qui la corsa entra nel vivo, ci si trova nel tratto più in quota, con creste e saliscendi rocciosi.

Si raggiunge l’anticima delle Podone, gpm e luogo simbolo di questa competizione, a quota 1192 m slm. Si continua sulla cresta sommitale sino alla cima più alta (1227 m slm) per poi scendere in direzione Salmezza. Una cresta erbosa conduce alla cima del monte Costone, spartiacque fra Valseriana e Valbrembana.

Una discesa ripida e poi di nuovo su, fino allo scoglio dolomitico della Filaressa. Si prosegue fino a Monte di Nese e al colle “Frassino”, un muro di 200 metri di dislivello da “scalare” prima di abbassarsi di quota fino all’abitato di Lonno, terrazza naturale alle pendici del Valtrusa.

Il sentiero collinare si alza sopra il borgo spingendosi fino alla cima del monte Ganda. Si ritorna in basso, a capofitto, lungo un sentiero recentemente ripristinato. Dalla valle del torrente Luio si risale lungo una carrareccia per sbucare nei prati dell’azienda agricola Mattia delle Capre. Il traguardo non è così lontano…

Un traverso e un’ultima salita in un bosco di betulle fino alla vetta del monte Bastia. Tutte le forze residue vanno usate per la discesa, inizialmente su terreno roccioso. Il sentiero via via si allarga e diventa uno sterrato. Trecento metri di asfalto ed ecco l’agognato traguardo in piazza della Libertà a Nembro, dopo 24 chilometri.

Podone, Valtrusa, Filaressa, Bastia, Costone… sono i monti che non ci si aspetta, selvaggi e aspri, che si innalzano alle spalle di Nembro a due passi da Bergamo. Sono stati i monti dei pionieri della corsa in montagna, sono e saranno i monti del popolo del trail running e degli specialisti dello skyrunning. Con il Gan, grazie al Gan, la storia delle Podone continua.

La seconda edizione del Podone Skytrail è organizzata dal Gan Nembro in partnership con Elle Erre. Ulteriori informazioni sul sito www.podoneskytrail.it e sui canali social dell’evento.

Enula Bassanelli