Banner alto

Banner alto

Skialp3, all’ombra della Presolana si impone il Cs Esercito

Condividi su:

Nella tappa di Coppa Italia tagliano il traguardo nell’ordine Antonioli, Eydallin e Maguet, ma una penalità ribalta le posizioni. Tra le donne vittoria di Giulia Murada davanti a Compagnoni e Nicolini. Così la 40ª edizione della Skialp3 Presolana. – classifica

Skialp3 Presolana 2019 | photo credit: Cristian RIVA per Montagna Express

Il Memorial Angelo Castelletti rimane fedele alle sue origini, con una gara classica e spettacolare dove i più forti hanno dato spettacolo.

Alla 40ª edizione di questa Skialp3 Presolana in scena a Colere si sono presenti ai nastri di partenza 153 concorrenti, e il top dello skialp italiano con i ragazzi e ragazze del Cs Esercito.

Sull’inedito percorso, che prevedeva un anello iniziale e poi due salite e due discese, l’hanno spuntata rispettivamente Robert Antonioli e Giulia Murada, in una gara che si è rivelata movimentata solo nell’ultima parte.

Al maschile, Antonioli ed Eydallin sono sempre stati assieme, seguiti dal valdostano Nadir Maguet e dai bergamaschi Boffelli e Lanfranchi, e in quest’ordine sono giunti al traguardo. Ma una penalità di tre minuti per uscita irregolare dal IV cambio scalza il piemontese dal podio facendolo scivolare in quarta posizione, podio che vedrà, a bocce ferme, primeggiare Antonioli su Maguet e Boffelli.

Tra le donne, dalla seconda salita in poi Giulia Compagnoni conduce la gara, seguita da Murada, Valmassoi e Nicolini. Ma l’ultima discesa, lunga e impegnativa, rimescola le carte in tavola, e dopo una caduta della Compagnoni, Murada passa in testa e va a vincere, seguita da Nicolini e Valmassoi.

Grande lavoro organizzativo dello Sci Club 13 Clusone e del Cai Clusone, che in questa edizione del quarantesimo hanno voluto anche ricordare l’alpinista di Colere Roby Piantoni nel decennale della sua tragica scomparsa sullo Shisha Pangma.

A lui era dedicato il Traguardo Volante posto sull’anello iniziale della gara: una bella sprint proprio di fronte al PalaColere, prima di iniziare la salita verso il Rifugio Albani, vinta rispettivamente dal solito specialista Antonioli e, al femminile, da Elena Nicolini.

Un’edizione quindi da ricordare, e un quarantesimo compleanno su cui gli organizzatori mettono ancora una volta il sigillo di qualità che da sempre contraddistingue questa manifestazione ai piedi della Presolana, capace ancora una volta di regalare grandi emozioni nell’ambiente davvero unico della Regina delle Orobie.

ufficio stampa Skialp3 – Carlotta Cortese

Lascia il tuo commento