Banner alto

Banner alto

In cerca di nuovi orizzonti, fuori e dentro sé. Tamara Lunger coach dell’Academy di Eros Grazioli

Condividi su:

Il lungo percorso formativo promosso da Eros Grazioli ha avuto inizio con Tamara Lunger.

foto di Andrea Rota | Elle Erre

L’alpinista altoatesina ha parlato a cuore aperto della sua carriera d’atleta d’alta quota e più in generale della sua vita. Cresciuta nel villaggio di San Valentino in Campo, Tamara Lunger è nata con lo sport nel sangue, con la predisposizione per la fatica. Da sempre alla ricerca di uno stile di vita lontano dagli agi della modernità, figlia di rifugisti, si è approcciata a varie discipline per poi appassionarsi profondamente allo sci alpinismo che l’ha portata a ottenere risultati internazionali.

Piano piano però la spinta agonistica ha ceduto spazio alla volontà di cercare la montagna con altri ritmi e altri obiettivi. La Lunger ha tentato gli Ottomila, ce l’ha fatta, e le imprese realizzate in team con Simone Moro l’hanno definitivamente consacrata fra le migliori alpiniste al femminile. Ma la femminilità è stata a lungo un argomento quasi tabù, che è stato infine accettato grazie al processo di maturazione personale, una fase di accettazione che è giunta solo recentemente.

Dopo aver domato le montagne più alte della Terra, ha dovuto domare se stessa. L’improvvisa notorietà, non cercata, l’ha costretta a guardarsi dentro per trovare nuovi equilibri. Il potere della meditazione e l’arte del riposo fanno parte della nuova Tamara Lunger. Benché corteggiata dagli sponsor in quanto ‘donna degli ottomila’, il suo alpinismo sembra maggiormente orientato, ad oggi, all’esplorazione.

La Lunger ha condotto il pubblico – un pubblico selezionato, composto da sole 60 persone, tutti rigorosamente sportivi – in un viaggio soprattutto interiore, senza nascondere le paure e gli errori, inevitabili in una carriera ancorché costellata di successi. Fragilità e saldezza, dolcezza e tempra coesistono in lei. Ed è questa consapevolezza, forse, a renderla così forte. A rendere potente il suo messaggio.

Il ciclo di incontri della Mountain Sports Academy continua giovedì 24 gennaio presso la sede di Elle Erre ad Alzano (Bg) con l’asso dello scialpinismo orobico Pietro Lanfranchi.