Banner alto

Banner alto

Le telecamere di Sky Sport alla Maga con Icarus

Condividi su:

Quest’anno la Maga Skymarathon e Skyrace ha in programma una novità stellare: gli instancabili organizzatori non smettono mai di ricercare l’eccellenza e hanno stretto per l’edizione numero dieci un accordo con Sky Sport per offrire riprese spettacolari al pubblico e ai fan.

foto di Pierluigi Palazzi

foto di Pierluigi Palazzi

Decennale prestigiosissimo per la Maga in collaborazione con il media partner leader nella tv sportiva: le telecamere di Sky Sport saranno presenti alla gara del 3 settembre per realizzare riprese, videoclip ed accendere i riflettori sull’evento e sulla Val Serina. Il servizio dedicato alla corsa delle vette sarà inserito all’interno di Icarus 2.0, un format originale Sky dedicato al pubblico degli sportivi della fatica e della natura. Il programma infatti si occupa di sport duri, estremi e di tutto quel mondo di discipline outdoor spesso poco coperto dall’attenzione mediatica dei canali tv tradizionali.

Icarus 2.0, dopo un primo inizio incentrato su exploit di avventura e imprese al limite, ha successivamente orientato la propria programmazione su contenuti più strettamente sportivi, dando voce ad atleti e specialisti di discipline quali ultra-run, apnea, ciclismo, esplorazioni polari, sport alpini. Inoltre una serie di rubriche dedicate a eventi, itinerari, tecnologie completano l’offerta di informazione e intrattenimento, con flashnews ed episodi monografici. Numerosi testimonial d’eccellenza del mondo dello sport, come Alberto Tomba, Tania Cagnotto, Danilo Gallinari e altri ancora hanno prestato il proprio volto al programma.

All’interno di questo innovativo format si inserisce il servizio dedicato alla Maga Skymarathon e Skyrace. Gli operatori Sky seguiranno la gara, effettuando le riprese dei momenti salienti dell’evento, producendo un video che punterà l’obiettivo non solo sugli atleti e sulla manifestazione, ma portando a conoscenza del pubblico amplissimo del canale le cime, le valli, i cieli della Val Serina.

Chi non ha mai visitato i borghi e i sentieri che fanno da cornice alla Maga potrà apprezzarne bellezze e tipicità, scoprendo una nuova meta di viaggio che offre un potenziale turistico forse ancora non pienamente espresso e noto. Per coloro che ci abitano è normale alzare gli occhi sulle vette e respirare gli aromi dei boschi, ma una grande fetta di pubblico – sportivi, ecoturisti, famiglie – attende di assaporare le sensazioni di queste montagne. Allo stesso modo gli atleti della Skymarathon e Skyrace vivono ogni anno l’emozione della gara, così come il pubblico sempre più numeroso che li incoraggia e festeggia dal vivo; grazie ad Icarus anche i fan da casa potranno partecipare all’evento della Maga.

L’inedita copertura mediatica di quest’anno si completa inoltre con la presenza dell’adventure photographer Matteo Zanga: fotoreporter ufficiale della spedizione al Nanga Parbat di Simone Moro e Denis Urubko, collaboratore di Orobie, ha lavorato con La Gazzetta, The North Face, Garmin e altri ancora, firmando reportage da vari paesi del mondo, scattando soprattutto in ambiente montano con riprese spericolate a piedi, in bici e in elicottero. Alla Maga saprà cogliere come pochi altri gli istanti della corsa e le storie degli atleti, lo spirito dei luoghi e l’entusiasmo della gente.

Sia che partecipiate come atleti, sia che veniate a sostenere i runner di persona, o che seguiate l’evento con Icarus 2.0, la Maga vi aspetta il 3 settembre 2017 in Val Serina: le iscrizioni per la corsa sono aperte a condizioni vantaggiose per i primi iscritti, e dopo la gara il servizio di Sky sarà programmato più volte sul canale Sky Sport. Presto ulteriori dettagli, maggiori info al sito www.magaskymarathon.it.

Enula Bassanelli