Banner alto

Banner alto

Il timbro di Daniele Carobbio e Corinna Ghirardi sulla Timogno Ski Raid

Condividi su:

Il meteo quest’anno è stato clemente con gli organizzatori della Timogno Ski Raid, giunta alla sua quarta edizione. Dopo due anni di giro ridotto e maltempo, il sole ha illuminato i 135 atleti partiti dal piazzale Avert agli Spiazzi di Gromo, presso il bar boscaiolo, sede dell’ufficio gara, alla volta del rifugio Vodala. In mezzo 1700 e oltre metri di dislivello, su un percorso disegnato tra i monti intorno al Timogno.

Timogno Ski Raid, la partenza | foto del comitato organizzatore

Spiazzi di Gromo (BG) – 145 iscritti e 135 partenti nella quarta edizione della Timogno Ski Raid organizzata dallo Sci Club Gromo su un tracciato tecnico e nervoso di 13 km di sviluppo con oltre 1700 m di dislivello up e 1260 metri di dislivello in discesa.

A chiudere per primo la gara, dopo una lunga lotta serrata, Daniele Carobbio, dello Sci Club 13 Clusone. Dietro di lui, dopo essersi ritrovati alternativamente in testa, Andrea Olivari e Michel Cinesi. Tra le donne, gara dominata da Corinna Ghirardi che ha distaccato la portacolori del Valgandino Paola Pezzoli e la giovane atleta dell’under up Claudia Boffelli, sorella del nazionale William.

Grande soddisfazione da parte degli organizzatori nel vedere l’entusiasmo degli atleti all’arrivo. Tutto è andato per il meglio. Ma, a ricordarci della potenza della montagna, che oggi è stata clemente, una fitta nebbia ha avvolto il rifugio Vodala durante le premiazioni. «Grazie a tutti gli sponsor e a tutti i volontari – dice il comitato organizzatore -, e soprattutto grazie a tutti gli atleti che ci hanno onorato con la loro presenza».

foto del comitato organizzatore