Banner alto

Banner alto

Tor des Geants, day 3. Franco Collé al comando nella sua Val d’Aosta

Condividi su:

Franco Collé al comando della corsa è transitato al passaggio di Oyace alle ore 18 (chilometro 277). Lo inseguono Galen Reynolds, Peter Kienzl e Oliviero Bosatelli. 

Vanno così veloci che se scrivi qualcosa su di loro, quando hai finito i tempi di percorrenza, le distanze sul tracciato, le località attraversate sono già cambiate. Meglio, allora, per seguire la testa della corsa, affidarsi a quanto mette in campo il sito del TOR (www.tordesgeants.it), ovvero TOR Live (http://live.tordesgeants.it/), e i suoi social, come Facebook, Twitter e Flickr, per esempio, dove ci sono notizie, foto, e soprattutto filmati praticamente in tempo reale.

Poi ci sono i forti, quelli che si danno battaglia all’interno del gruppo, per conquistare un posto avanzato nella classifica. Per loro arrivare al 32° posto invece che al 35° ha la sua importanza, lo spirito agonistico va soddisfatto.

Infine ci sono quelli, la maggior parte (e Giganti forse più di coloro che li precedono) per i quali la vittoria è arrivare alla fine dei 330 km entro il pomeriggio di sabato prossimo. Tagliare il “traguardo in giallo” di Courmayeur è come salire sul podio, è il coronamento di un sogno, è una massa di ricordi da portarsi dietro per un anno o forse una vita. E’ una vittoria con se stessi, quindi una carica di autostima a lunga scadenza.

Alla base vita di Gressoney, al km 206, oggi è stata quasi vacanza; volontari iper gentili che ti servono al tavolo come al ristorante, aria rilassata da campeggio pomeridiano, in attesa del “grosso” che transiterà domani e dopodomani, quando ci sarà davvero molto da fare, e i primi al traguardo si saranno già fatti qualche ora di sonno.

Stessa cosa per la base vita successiva, quella di Valtournenche dopo “soli” 35 chilometri. Mentre “doppio lavoro” spetterà all’ultima base vita del tragitto, quella di Ollomont, posta al km 290. Perché di lì transiteranno nei prossimi due giorni anche i 300 concorrenti del Tot Dret, al via questa sera alle 21 proprio da Gressoney-Saint-Jean, ai piedi del Monte Rosa. 

L’arrivo del primo concorrente sul traguardo è previsto verso le ore 9 di mercoledì.