Banner alto

Banner alto

Tre Cime Experience by Scarpa, Manuel Da Col vince l’Auronzo Vertical Contest

Condividi su:

Manuel Da Col (Marciatori Calalzo – Scott) vince per la terza volta consecutiva l’Auronzo Vertical Contest, davanti a Enrico Bonatti (Team Mud and Snow) e Cristian Sommariva (Atl. Dolomiti Belluno). Nella gara in rosa, Cecilia De Filippo su Francesca Scribani (Atl. Cortina) e Martina Valmassoi (Salomon). Sul Monte Agudo apertura ufficiale per la Tre Cime Experience by Scarpa.

Come vuole la tradizione l’Auronzo Vertical Contest ha aperto ufficialmente il weekend di corse a fil di cielo delle Tre Cime Experience by Scarpa. Obiettivo di questa prima giornata la gara di sola salita con 780 m di dislivello positivo che da piazza Santa Giustina, nel cuore di Auronzo di Cadore, conduce al traguardo posto dinnanzi al rifugio Monte Agudo. Manuel Da Col, a differenza della passata edizione, non è riuscito a migliorare il record della gara, infatti ha fermato il cronometro in 32’52’, un minuto e ventidue secondi in più rispetto al 2016. Sul podio Enrico Bonati 34’42” e Cristian Sommariva 36’36”. Nella top ten di giornata si sono invece piazzati Fabrizio Da Pra, Piergiorgio Crepaz, Olivo Da Prà, il giovanissimo Pietro Festini Purlan, Niila Ahokas, Marco Baldissarutti e Davide Doriguzzi Corin. Nella gara femminile Cecilia De Filippo ha tagliato il traguardo in 42’24’’. Secondo posto per Francesca Scribani con il tempo di 43’32”-, mentre il terzo posto è di Martina Valmassoi. Nelle cinque anche Ester Valle e Erica Turi.

Messa in archivio la prima gara, domani mattina sarà la volta delle due prove regine della Tre Cime Experience by Scarpa, la Misurina Skymarathon, 42 chilometri con oltre 3000 metri di dislivello positivo che si svilupperanno dalle sponde del lago di Misurina passando poi per il lago Antorno, toccando in quota le forcelle dei Cadini, le Tre Cime di Lavaredo e il gruppo del Paterno. Il traguardo sarà allestito sempre a Misurina davanti al bar ristorante La Baita. Il percorso della gara più breve, la Cadini Skyrace, 20 chilometri e 1600 metri di dislivello, partirà dal lungolago e toccherà poi il rifugio Città di Carpi, dopo dei tratti di ripide salite e discese tecniche arriverà al Rifugio Fonda Savio e condurrà poi i concorrenti fino al traguardo, dopo un ultimo tratto molto corribile e senza particolari difficoltà.