Banner alto

Banner alto

A Bergamo i tricolori di corsa campestre riservati ai vigili urbani

Condividi su:

Presentata questa mattina la 43esima edizione del Campionato Italiano di Corsa Campestre riservato alle Polizie Municipali e Locali che verrà organizzato al Parco della Trucca di Bergamo domenica 6 aprile. Attesi 150 atleti in rappresentanza di 25 province italiane.

Bergamo, 11.03.2014 – Sono stati presentati questa mattina presso la sede della Polizia Municipale di Bergamo i Campionati Italiani di Corsa Campestre 2014 riservati alle Polizie Municipali e Locali d’Italia. L’appuntamento con la 43esima edizione della manifestazione tricolore è fissato per domenica 6 aprile presso il Parco della Trucca dove è stato disegnato il tracciato di gara.

Ad aprire gli interventi il ‘padrone di casa’ il Comandante Virgilio Appiani che ha sottolineato la volontà della Polizia Municipale di Bergamo di sostenere l’evento tricolore per la prima volta ospitato in territorio bergamasco. Dopo il saluto di Guglielmo Redondi, presidente del Consiglio Comunale, l’intervento dell’Assessore alla Sicurezza Massimo Bandera: «La collaborazione tra la nostra amministrazione e i Vigili Urbani sta diventando sempre più stretta e questo evento sancisce la vicinanza tra l’assessorato e una parte fondamentale delle istituzioni cittadine».

Presente alla conferenza stampa anche Giovanni Bettineschi, presidente di Promoeventi Sport e Migidio Bourifa che hanno voluto ricordare l’importanza dei Vigili Urbani in occasione della prima edizione della Mezza Maratona di Bergamo dello scorso 29 settembre. «Ci aspettiamo una discreta partecipazione con quasi 150 partecipanti – ha commentato Stefano Vismara del Comando di Polizia Municipale di Bergamo e referente nazionale per la manifestazione – con numerosi colleghi provenienti anche da province molto lontane dalla nostra». Infatti tra gli iscritti anche vigili urbani provenienti dalla Sicilia, in particolare dai comuni di Marsala e Avola, per un totale stimato di circa 25 province. Di questi 150 partecipanti una ventina saranno del gentil sesso, a dimostrazione che la febbre della corsa sta contagiando anche le donne in divisa.

I concorrenti saranno suddivisi in 14 categorie in base all’anno di nascita, 5 categorie femminili e 9 maschili. Diversi anche i tracciati di gara: mentre gli uomini si sfideranno su un percorso di 7.5 chilometri (pari a tre giri dell’anello ricavato nel Parco della Trucca) le donne correranno su una distanza ridotta di 3.7 chilometri (ovvero un anello e mezzo). Lo sparo di avvio verrà dato alle 10.00 per la gara femminile e mezz’ora più tardi per quella maschile.

A mettere in palio il titolo nazionale assoluto sono i fiorentini Alessio Ranfagni e Chiara Chellini che si sono laureati campioni italiani un anno fa nell’edizione organizzata a Fiuggi.
«Naturalmente non vogliamo sfigurare nella nostra gara casalinga – ha concluso Vismara – e speriamo che tra i 14 atleti dei Vigili Urbani bergamaschi possa nascondersi il prossimo campione italiano». Di questi 14 atleti orobici, 3 sono donne. «Siamo contenti di affiancare il Gruppo Sportivo della Polizia Municipale di Bergamo perché in questi ultimi dieci anni di manifestazioni abbiamo avuto l’occasione di collaborare spesso – ha commentato Giovanni Bettineschi di Promoeventi Sport – e per un giorno saranno le forze dell’ordine ad indossare un pettorale e non viceversa».

I Campionati Italiani di Corsa Campestre del prossimo 6 aprile saranno validi anche come gara di selezione per chi rappresenterà l’Italia al Campionato Europeo di Maratona il 12 Ottobre a Graz in Austria: Angelo Vecchi e Stefano Vismara, rispettivamente Consigliere Nazionale delegato dell’ASPMI e Responsabile Tecnico dell’associazione, stileranno il “dream team” al termine della competizione.