Banner alto

Banner alto

Angelo Busi vola sull’Appennino piacentino e poi fa secondo sul grattacielo di Latina

Condividi su:

Il momento d’oro di Angelo Busi prosegue. Domenica scorsa (11 gennaio) si è aggiudicato il Winter Trail del Parco a Morfasso, mentre ieri ha puntato a una disciplina differente, mettendosi alla prova nella Latina Vertical Sprint (sui 702 gradini del grattacielo Torre Pontina, composto da 37 piani e alto 120 metri), dove è salito sul secondo gradino del podio preceduto da Emanuele Manzi.

Winter Trail del Parco - photo credit Lupi d'Appennino Asd

Winter Trail del Parco – photo credit Lupi d’Appennino Asd

LATINA VERTICAL SPRINT – 3’29” il tempo di Manzi (gli è valso il record), 3’43” quello del giovane bergamasco in forza all’Atletica Presezzo. Terzi e quarti Sergio e Giovanni Contenta (padre e figlio); quinta posizione, invece, per il vincitore della prima edizione, Dario Fracassi. Nella gara femminile successo di Ivonne Martinucci su Cristina Bonacina e Laura Chimera.

WINTER TRAIL DEL PARCO – Domenica scorsa invece, sull’appennino piacentino, in una giornata primaverile, Angelo Busi, con il crono di 1h33’21”, ha messo la firma sul Winter Trail del Parco, prova di 16 km e 810 m di dislivello totale, nel parco provinciale di Piacenza situato tra Morfasso e Lugagnano, tra la Val Chero e la Val d’Arda, allestito dall’Asd Lupi dell’Appennino. Alle spalle del bergamasco, Ivan Neri (1h34’40”) e Fabrizio Vignali (1h34’40”). Lucia Gregori (1h54’35”) ha vinto la gara femminile staccando Giuliana Arrigoni (1h55’28”) e Federica Bongiovanni (1h56’46”).

Latina vertical Sprint 2015 Emanuele Manzi Angelo Busi photo credit organizzazione

Latina Vertical Sprint 2015 – photo credit organizzazione

LA DISTORSIONE NON MI HA FATTO DEMORDERE – «È stata un’esperienza favolosa – ha commentato il vincitore del trail appenninico – correre sui colli di Piacenza ammirando il paesaggio. Sono contento di come è andata, gli allenamenti stanno dando ottimi risultati.
Mi sono procurato una leggera distorsione alla caviglia al km 4 ma con un po’ di fiducia in me stesso sono riuscito a portare comunque a termine la gara.
Complimenti all’organizzazione per la gestione dell’evento. Vorrei ringraziare tutti i miei compagni per l’aiuto durante gli allenamenti e mio fratello Giorgio che mi sta seguendo dal punto di vista nutrizionale».

IL VIDEO – Qui il link al video realizzato dal Corriere della Sera alla scalata al grattacielo di Latina: video.corriere.it