Banner alto

Banner alto

Atletica Paratico in luce alla Bossoni Half Marathon. Eva Grisoni vince fra le donne

condividi su:

Il podismo bresciano è ripartito da Orzinuovi, con l’ottava edizione della Bossoni Half Marathon di domenica 9 maggio, gara che quest’anno ha fatto il botto per via del record di iscritti, 691 pettorali assegnati e 619 runner classificati, numeri che soddisfano il Gs Croce Verde Orzinuovi, a capo della macchina organizzativa. Fra le centinaia di classificati, ben 80 runner vestivano la maglia dell’Atletica Paratico. Il club di Ezio Tengattini ha fatto incetta di podi e piazzamenti.

Atl. Paratico alla Bossoni Half Marathon

Immagine 1 di 8

Il podio femminile della mezza maratona di Orzinuovi, occupato interamente da atlete del Paratico: Eva Grisoni, Loretta Bettin e Simona Angelini. Foto credit Stefano Beltrami

Fra i protagonisti assoluti dell’evento su strada il gruppo dell’Atletica Paratico: le divise gialloblu hanno partecipato in gran quantità alla corsa che precede di appena due settimane l’attesissimo Paratico Tricolore. E hanno dato prova non solo di essere assai motivati al rientro alle competizioni ma anche di essere molto competitivi. I risultati parlano chiaro.

In primo piano la vittoria di Eva Grisoni: la triatleta rezzatese in forza all’Atletica Paratico si è imposta nella gara femminile, stoppando il cronometro su 1h23’07”. Ma non è mica finita qui. E’ l’intero podio delle donne ad essere griffato Atletica Paratico. Loretta Bettin infatti si posiziona sul secondo gradino con il tempo di 1h24’14” e Simona Angelini completa il terzetto tagliando il traguardo in 1h26’08”. Continuando a parlare delle zone più alte della classifica, ecco che al maschile risplende la prestazione di Renato Tosi, che, con il finish time di 1h12’09”, si piazza al quinto posto assoluto e al primo fra gli SM45.

Passiamo adesso a snocciolare i piazzamenti gialloblu nell’intera classifica generale della Bossoni Half Marathon, partendo dalle donne.

DONNE

Nives Carobbio è sesta assoluta nonché seconda nella categoria SF50. Patrizia Tisi è settima assoluta e terza nella categoria SF50. Ottava assoluta Cristina Cotelli, prima SF. Daniela Vassalli nona assoluta e seconda SF45. Chiara Bonassi decima assoluta e seconda nelle SF35. Barbara Ribolla, undicesima assoluta, è terza nelle SF40. Roberta Illini, dodicesima assoluta, è quarta nelle SF50. Nadia Calvi è tredicesima e quinta delle SF50. Natalia Brignoli è 15esima assoluta e quarta delle SF40. Valeria Tiburzi è 18esima assoluta e settima delle SF50. Milena Linetti è 20esima assoluta e ottava delle SF50. 

Monica Zanga è 24esima e prima delle SF55. Michela Sbernini è 26esima e quarta SF. Giuliana Milesi è 42esima nella classifica generale femminile e quarta SF55. Giuliana Marazzone è 47esima e quinta SF55. Sabrina Paoli è 61esima e 18esima SF50. Emanuela Cantamessi è 63esima e 12esima SF40. Vera Serpellini è 74esima e 22esima SF50. Elena Staffoni è 77esima e 16esima SF45. Federica Lumina è 96esima e quarta delle SF60. Eugenia Delbarba è 97esima e prima delle SF75. Teresa Paroletti è la 99esima donna classificata, nonché la quinta della categoria SF60.

UOMINI

Ed ora lo squadrone maschile, che andiamo a considerare a livello di classifica generale e di categoria. Dopo Tosi troviamo Stefano Moraschetti, 14esimo assoluto e quarto della categoria SM35. Davide Secchi è 22esimo e ottavo SM. Roberto Sopini 23esimo e primo SM50. Ivan Bressanelli 24esimo e secondo SM50. Marco Premoli 25esimo e primo SM55. Marco Zanini 34esimo e ottavo SM40. Riccardo Cantoni 44esimo e decimo SM40. Filippo Bontempi 55esimo e secondo SM55. Marco Gaviraghi 62esimo e quarto SM55. Claudio Piccionello 65esimo e 13esimo SM40. Giorgio Bresciani 76esimo e quinto SM55. Francesco Gotti 79esimo e 19esimo SM35. Marco Pasinetti 87esimo e ottavo SM50. Claudio Manzoni 90esimo e 11esimo SM45. 

Alessandro Marini 103esimo e decimo SM50. Giovanni Barbò 124esimo e 16esimo SM50. Gianluigi Gozzini 147esimo e 24esimo SM45. Lorenzo Bonomelli 149esimo e terzo PM. Angelo Bonacquisti 157esimo e decimo SM55. Gian Piero Gabrieli 169esimo e 22esimo SM50. Cristian Badini 193esimo e 27esimo SM50. Pasquale Iezzi 194esimo e primo SM65. Marco Ferrari 203esimo e 33esimo SM45. Cornelio Cunegatti 219esimo e 31esimo SM50. Mauro Freti 224esimo e 34esimo SM40. Marco Vezzoli 226esimo e 35esimo SM40. Gian Bruno Nesticò 263esimo e 48esimo SM45. Andrea Baiguini 284esimo e 45esimo SM40. Flavio Mangili 293esimo e secondo SM65. Sandro De Toni 295esimo e 46esimo SM50. 

Osvaldo Plebani 300esimo e 48esimo SM50. Luciano Faraguna 355esimo e primo SM70. Lorenzo Raccagni 370esimo e 60esimo SM40. Felice Magri 375esimo e quarto SM60. Michele Pagani 387esimo e 69esimo SM45. Fabio Albertinelli 392esimo e 67esimo SM50. Ruggero Baglio 393esimo e 72esimo SM45. Giovanni Zanni 403esimo e terzo SM65. Tiziano Bonati 408esimo e 36esimo SM55. Angelo Ungaro 415esimo e quinto SM65. 

Pierluigi Ghirardi 421esimo e sesto SM65. Angelo Baitelli 424esimo e settimo SM60. Giorgio Cortese 438esimo e decimo SM60. Claudio Bertoldi 456esimo e 11esimo SM60. Lodovico Bono 466esimo e ottavo SM65. Pierangelo Corvi 497esimo e 46esimo SM55. Olivo Filippi 518esimo e 48esimo SM55. Giovanni Orlandi 522esimo e 18esimo SM60. Maurizio Orlandi 561esimo e quarto SM70. Giorgio Cantamessi 584esimo e sesto SM70. Luciano Bonassi 604esimo e 15esimo SM65. Giancarlo Vezzoli 606esimo e 59esimo SM55. Fulvio Ravelli 607esimo e 82esimo SM35. Gregorio Spanu 617esimo e primo SM75. Ritirato Marcellino Marroccoli.

80 in totale i tesserati per l’Atletica Paratico che hanno completato la mezza maratona di Orzinuovi, con una presenza femmile che si attesta su 25 runner. Il consistente bottino dell’Atletica Paratico si compone anche della vittoria nella classifica di società.

SEI ORE DEL PARCO NORD

Fra i numerosi gialloblu sparsi sulle gare del territorio lombardo e nazionale in questo weekend segnaliamo l’ultrarunner Marco Menegardi che ha vinto la Sei Ore del Parco Nord, percorrendo poco meno di 90 km (per essere esatti 88,349 km). Il medico bresciano tesserato per l’Atletica Paratico ha preceduto, lungo un anello di 1600 metri quasi completamente asfaltato, il campione del mondo Giorgio Calcaterra.