Banner alto

Banner alto

Baceno Devero Crampiolo, tris di Alessandro Turroni. Tra le donne vittoria per Arianna Matli

Condividi su:

Alessandro Turroni ha vinto la 47esima edizione della Baceno Devero Crampiolo, conquistando la sua terza vittoria competitiva nell’evento organizzato da banda musicale di Baceno, gruppo alpini Baceno, Ossola Ski Team e sci club Antigorio col patrocinio della pro loco e del comune di Baceno. In campo femminile vittoria per Arianna Matli.

foto Carla Moro

L’atleta ossolano Alessandro Turroni, in testa sin dalle prime battute, ha chiuso la Baceno Devero Crampiolo con il tempo di 1h13’01” – di poco superiore al record da lui stesso stabilito lo scorso anno (1h12’49”) – davanti, come lo scorso anno, al fratello Paolo (1h15’22”), protagonista di una bella battaglia con Enzo Mersi, poi classificatosi terzo in 1h15’54”. In campo femminile vittoria di Arianna Matli, al comando in tutti i punti di controllo e al suo primo successo alla BDC; l’atleta della Caddese ha concluso la sua prova in 1h40’01”, precedendo di 1’10” Daniela Bergamaschi, mentre terza si è classificata Roberta Protti in 1h42’16”. La categoria U14 ha visto transitare per primo sul ponte dell’Alpe Crampiolo Lorenzo Niessner in 1h43’08”, davanti a Mattia Ponti (1h48’52”) e Pietro Ghidini (1h56’31”). Tra le ragazze prima posizione per Lisa Mattiuz (1h47’58”), davanti a Caterina Mangiameli (2h14’06”) e Giada Marella (2h20’44”).

foto Carla Moro

Ben 438 gli iscritti alla gara, nonostante la giornata feriale; sicuramente ha influito la bellissima giornata, che ha permesso agli atleti di apprezzare le meraviglie paesaggistiche che questo percorso, in particolare con le modifiche degli ultimi anni, è in grado di offrire. Gli atleti si sono poi ritrovati alla Festa Alpina all’Alpe Devero per continuare la giornata di sport e festa. Ricordiamo che la 47esima edizione della Baceno Devero Crampiolo è stata dedicata a Graziano Uttini, già presidente delparco Veglia Devero e grande amico della BDC, prematuramente scomparso poche settimane fa.