Banner alto

Banner alto

Baldaccini primo alla Borgonuovo-Savogno

Condividi su:

Lo avevamo detto, Alex Baldaccini ci sembrava già in grande forma a Leffe e non avevamo sbagliato, lo stambecco brembano infatti già scalpita in questo inizio stagione e domenica è andato a vincere una importante gare come lui stesso ci scrive: Alex Baldaccini, assieme a Valentina Belotti, vince la cronoscalata nazionale Borgonuovo-Savogno in Valchiavenna (SO). Due chilometri da percorrere ma con oltre 500mt di dislivello su una bella mulattiera di scalini in pietra nella gara ottimamente organizzata dal Mera Athletic Club di Gino Valentini che ha saputo allestire gare di alto livello sia al maschile che al femminile, ai nastri di partenza si presentava a sorpresa anche il neozelandese sei volte campione mondiale in montagna, Jonathan Wyatt all’esordio stagionale. Un avversario di grande valore che però non ha intimorito il giovane Alex che ha dato il massimo. Gara per tutti difficile da gestire per il fatto di non avere punti di riferimento visto che le partenze erano date a cronometro ogni 30″, fra i primi al via proprio Alex Baldaccini (GS Orobie) che facendo siglare il tempo di 16’56” (secondo tempo di sempre alle spalle del record di Nicola Golinelli di 16’30”), si stabilisce fin da subito in testa alla classifica che non mollerà più fino alla fine, al secondo posto appunto Wyatt (Atl. Trento) in 17’31”, non ancora al meglio, mentre al terzo un sorprendente Marco Leoni (Morbegno) che con il tempo di 18’15” precede i Falchi Carlo Ratti e Sergio Ardesi, seguono poi a completare la top ten il duo del GS Orobie Faverio, Della Torre, il duo del Valchiavenna Triulzi, Silvani e Piganzoli (Morbegno).
Ancora dominio fra le donne per Valentina Belotti che inoltre stabilisce un nuovo record dopo quelli della Maddalena e della Montée du Grand Ballon, 19’43” il suo tempo record che relega le avversarie a lottare per le piazze d’onore, con Antonella Confortola, anche lei come il marito Wyatt all’esordio dopo la stagione dello sci di fondo, a chiudere seconda in 21’18” e Maria Grazia Roberti terza in 21’40”, entrambe della Forestale.