Banner alto

Banner alto

Bike Transalp: Italia sul podio con Longo Cattaneo e Menapace Simpson, vittoria master di Debertolis e Laner

Condividi su:

Si è conclusa ad Arco (Tn) la 19ª edizione della Bike Transalp powered by Sigma, la corsa a tappe di mtb in coppia più famosa al mondo. Tra gli ottocento concorrenti, ottanta i biker italiani. Classifica generale alla mano, ecco i risultati degli azzurri. In campo maschile Tony Longo e Johnny Cattaneo sono arrivati terzi assoluti, mentre Massimo Debertolis e Andreas Laner si sono imposti nei master. Tra le donne, Lorenza Menapace e Ann Elisabeth Simpson hanno conquistato il terzo posto.

Bike_Transalp_2016_Arco_podio_maschile_ph_organizzazione

le premiazioni della Bike Transalp 2016

Il trentino Tony Longo e il bergamasco Johnny Cattaneo (team Wilier Force 1) hanno chiuso l’attraversamento delle Alpi in mountain bike con una vittoria, un secondo e due terzi posti, completando il percorso totale di 519,03 km e 17.736 metri di dislivello in 23h10’35” e salendo sul terzo gradino del podio. Vincitori dell’edizione 2016 gli austriaci Hermann Pernsteiner e Daniel Geismayr, secondo classificato il duo svizzero-tedesco composto da Urs Huber e Karl Platt. «Il nostro obiettivo era centrare un quinto posto – ha dichiarato il biker bergamasco Johnny Cattaneo -, nelle prime tappe non sono stato bene e ho dovuto subire la gara. Poi mi sono riscattato e abbiamo conquistato quattro podi». «Non pensavo di arrivare in forma proprio alla Transalp – ha spiegato il trentino Tony Longo -, ho vinto l’Alpen Tour Trophy in Austria, ma poi sono stato sfortunato sia alla Hero che anche alla Dolomiti Superbike per problemi fisici e meccanici. Perciò sono molto soddisfatto della mia prima partecipazione alla spettacolare gara a tappe».

Tony Longo e Johnny Cattaneo

Tony Longo e Johnny Cattaneo – Wilier Force

Sempre per quanto riguarda gli italiani, Juri Ragnoli e Cristiano Salerno (Scott Racing Team) hanno terminato la Bike Transalp al nono posto, mentre Damiano Lenzi e Mattia Longa (Cannondale Livigno Rh – Racing) sono giunti dodicesimi. Nei Master, l’ex campione del mondo trentino Massimo Debertolis e l’altoatesino Andreas Laner (Wilier Force 2) hanno fatto l’en plein, vincendo sette tappe su sette e aggiudicandosi la terza vittoria consecutiva. Sia Debertolis sia Laner in precedenza avevano già vinto la Transalp su strada. Il duo trentino-altoatesino ha completato l’ultima tappa in 2h58’59” e vinto la Transalp con oltre 45 minuti di vantaggio sulla coppia costaricana formata da Federico Ramirez e Dax Jaikel. Terzi, invece, i tedeschi Max Friedrich e Stefan Danowski. Tra le donne, la trentina Lorenza Menapace e la britannica Ann Elisabeth Simpson che vive in Sicilia (Val di Sole Bike Land Lady) sono salite sul terzo gradino del podio. Hanno vinto le tedesche Sarah Reiners e Cemile Trommer, davanti alle svizzere Sabina Compassi e Melanie Alexander. Nella categoria Mixed, bella affermazione della coppia britannica formata da Sally Bigham e Thomas Ben; nei Grand Master l’oro è andato agli svizzeri Hansjürg Gerber e Daniel Annaheim.

Bike_Transalp_2016_Arco_ph_organizzazione

Bike Transalp

La Bike Transalp powered by Sigma è la più famosa gara di mountain bike per coppie al mondo. Dalla prima edizione del 1998 al 2013 la gara si componeva di otto tappe, con il passaggio attraverso le Alpi dalla Germania fino in Italia. Nel 2014 la manifestazione è stata ridotta di una tappa. Nel 2016 gli organizzatori hanno invece stupito con una nuova partenza e un nuovo traguardo (Imst/AUT e Arco/TN). Cinque su sette le sedi di tappa poste in Italia (Livigno, Bormio, Mezzana,Trento e Arco).

1. Imst (AUT) – Nauders (AUT) | 88,85 km | 2.960 m
2. Nauders (AUT) – Scuol (SUI) | 56,17 km | 2.126 m
3. Scuol (SUI) – Livigno (SO)| 72,30 km | 2.598 m
4. Livigno (SO) – Bormio (SO) | 73,55 km | 2.573 m
5. Bormio (SO) – Mezzana (TN) | 86,32 km | 3.073 m
6. Mezzana (TN) -– Trento | 88,24 km | 2.364 m
7. Trento – Arco (TN) | 53,60 km | 2.042 m
Km totali: 519,03 – Metri di dislivello totali: 17.736

Clicca qui per tutte le classifiche della Bike Transalp.

(Ph credit: organizzazione)