Banner alto

Banner alto

Bis di Emanuela Brizio e Cecilia Mora alla 39^ Maratona della Valle Intrasca

Condividi su:

Verbania, 2 giugno Festa della Repubblica – Questa maratona in montagna della Valle Intrasca con partenza ed arrivo dal centro di Intra-Verbania, anno dopo anno, diventa sempre di più un appuntamento di enorme successo, gli organizzatori preparano questo evento con sapienza e con grande attenzione a tutti i bisogni degli atleti: sicurezza sul percorso, segnalazioni impeccabili, ristori in gran quantità, ristoro finale come un banchetto nuziale, massaggi, docce sempre con l’acqua calda, un mega pranzo finale e una premiazione molto ricca e veloce nell’esecuzione, insomma una gara senza sbavature.

Oggi il meteo ha sfoggiato finalmente una bella giornata quasi ferragostana e i 32,6 km del percorso sono stati di una gradevolezza visiva esclusiva, alla partenza sul lungolago si sono presentati 228 coppie, una marea lacustre di runners, i preparativi allo start sono stati molto tiepidi e fare riscaldamento podistico su questo lungolago del Maggiore è un lusso podistico da leccarsi i baffi. I primi chilometri del tracciato e la parte finale è una sgambata cittadina molto veloce, per chi ne ha, ma quando iniziano le rampe per salire verso il rifugio del Pian Cavallone, gpm della maratona a oltre 1500 m sul livello del mare, la marathon si fa severa e poi quando iniziano i gradini e gradoni della discesa i muscoli della gambe si pietrificano e la via dell’arrivo diventa una bella faticaccia, essendo una marathon con location da centro città il dislivello complessivo diventa importante, alla fine si va oltre i 3000 metri. Certo che l’ascesa nella sua parte finale ti lascia l’opportunità di ammirare un paesaggio di una bellezza da capogiro, si possono immagazzinare immagini che rimarranno indelebili nella parte migliore del nostro personale archivio visivo.

I nostri occhi sono stati catturati dalle acque limpide del lago Verbano, poi la sagoma del Rosa avvolto in uno splendido manto bianco la faceva da padrone, le vette della ValGrande ti lasciavano di stucco per la loro intatta proiezione selvaggia, le montagne della provincia Verbano Cusio Ossola facevano da vallette alle vette Alpine della Svizzera, quasi tutte innevate a festa; inoltre i battelli che navigavano il lago lasciavano sulle acque del Maggiore dei ricami biancastri.

Marathon rosa, secondo successo consecutivo per la coppia Valetudo team rosa formata da Brizio Emanuela e Mora Cecilia per le due iridate il time di 3h29’31”, seconde Baccan Gabriella e Crivelli Lara 3h50’36”, terze Richardson Patricia e Piedigrossi Alessandra.

Marathon a coppie miste, vittoria di Conti Anna e Viviani Mirko 3h33’05”, secondi Carretti Romina e Fasolo Alfredo, terzi Plavan Marina Valetudo team rosa in tandem con Riccardi Omar 3h41’30”.

Marathon assoluta, primi Trisconi Stefano con Ornati Giulio time 2h45’44” nuovo record maschile della marathon, secondi Bernardini Mauro e Frassetti Ennio 2h54’30”, terzi Toniolo Mauro Valetudo e Mora Maurizio 2h59’36”, 24° Tarantola Salvatore Valetudo con Deon Matteo, 28° Brizio Mauro Valetudo con Fantoli Andrea 3h36’59”, al 106° posto una coppia tutta Valetudo team Gambera Marco con Pesenti Giorgio 4h21’19”.

Giorgio Pesenti Valetudo

(Credit photo Valetudo Team)