fbpx
venerdì, Maggio 24, 2024

Cai Eagle Team, inizia la prima settimana di formazione in Grigna

I quindici giovani selezionati del Cai Eagle Team hanno svolto il modulo dedicato all’arrampicata su vie lunghe sulle montagne lecchesi.

Cai Eagle Team 2023 Sasso Cavallo
Cai Eagle Team 2023 | Sasso Cavallo

Il CAI Eagle Team è entrato finalmente nel vivo, con i quindici giovani selezionati, quattro ragazze e undici ragazzi tra i 19 e 28 anni, che si sono trovati domenica 7 maggio nella zona della Grigna, tra Piani dei Resinelli, Sassocavallo e Medale, per iniziare il primo modulo, dei sei previsti, dedicato all’arrampicata su vie lunghe, muovendo così i primi passi verticali insieme.

Il progetto Cai Eagle Team

Il progetto, pensato dal Club alpino italiano e dal Club alpino accademico italiano insieme all’alpinista, Ragno di Lecco e accademico del CAI Matteo Della Bordella, intende offrire ai selezionati l’opportunità di sviluppare il talento alpinistico grazie al supporto di tutor scelti tra i migliori alpinisti italiani e internazionali.

A dare il via alle attività sono stati il Presidente generale del Cai Antonio Montani, che ha auspicato che questa esperienza rappresenti per tutti un’opportunità di crescita tecnica e umana, aiutandoli a fare dell’alpinismo la propria professione e, contemporaneamente, rilanciando questa pratica all’interno del Sodalizio.

Il past president dei Ragni di Lecco Fabio Palma ha tenuto un intervento teorico sulle tecniche di allenamento per l’alpinismo, mentre il giornalista Serafino Ripamonti ha raccontato la storia dei Ragni, gruppo lecchese che scritto importanti pagine di storia

alpinistica sulle maggiori montagne del mondo.

Le attività

Matteo Della Bordella, coordinatore del progetto, Luca Schiera, Marco Majori, e Federica Mingolla sono i tutor coinvolti nelle varie attività di scalata su roccia, che già in questi primi giorni ha visto belle realizzazioni sulla parete del Medale.

«La meteo non è stata perfetta, ma ci siamo divertiti, scalando su tiri duri e vie impegnative», è il commento che accomuna tutti i ragazzi dell’Eagle Team. «Si è formata una bella squadra in poco tempo, motivata e affiatata. Questi primi giorni sono stati di aiuto sia per conoscerci, sia per apprendere nuove tecniche grazie a tutor esperti».

Matteo Monfrini, in cordata con Luca Schiera, ha ripetuto e liberato la via “Capolavoro di Natale” (7c max). «Una bella via impegnativa, che ci ha stupiti. Come grado massimo abbiamo proposto un 7c, un tiro che ci ha sorpresi per la tecnica. Abbiamo dovuto fare qualche lavoro di disgaggio ma in generale la via era pulita e si è lasciata salire», spiega Monfrini.

«Queste prime giornate sono state un importante rodaggio sia per i ragazzi che per tutto il progetto», afferma Matteo Della Bordella. «Sono molto contento di vedere entusiasmo e voglia di mettersi alla prova da parte di tutti, sia con salite impegnative, sia con un tipo di alpinismo pulito che mette al primo posto il rispetto per l’ambiente e la montagna».

I componenti del Cai Eagle Team

Il CAI Eagle Team è composto da Alessandra Prato (28 anni, Milano), Iris Bielli (19 anni, Merate), Erica Bonalda (25 anni, Trento), Camilla Reggio (26 anni, Torino), Marco Cordin (23 anni, Trento), Giacomo Meliffi (26 anni, Urbania), Carlo Filippi (24 anni, Torino), Luca Ducoli (22 anni, Breno), Riccardo Volpiano (24 anni, Cirié), Matteo Sella (26 anni, Biella), Dario Eynard (23 anni, Bergamo), Lorenzo Toscani (24 anni, Firenze), Matteo Monfrini (26 anni, Mantova), Marco Cocito (28 anni, Alba) e Daniele Lo Russo (26 anni, Valle Camonica).

Il secondo modulo formativo, dedicato all’alpinismo e alle salite su roccia, si terrà dal 27 agosto al 2 settembre sulle Dolomiti.

RELATED ARTICLES

Most Popular