fbpx
lunedì, Dicembre 11, 2023

ChieseRun, campionato italiano di corsa in montagna a staffetta 2023: day 01

Atletica Valchiese e Sport Project tricolori della staffetta di corsa in montagna allievi alla ChieseRun nel giorno uno del campionato italiano di corsa in montagna a staffetta 2023 a Valdaone; prima giornata riservata alle categorie giovanili.

ChieseRun 2023
ChieseRun 2023 | Valdaone (Tn)| Campionato italiano di corsa in montagna a staffetta | podio Allieve | photo credit Raffaele Merler

ChieseRun – campionato italiano di corsa in montagna a staffetta 2023

Valdaone (Tn)

Si è aperta nel segno dell’Atletica Valchiese e dei piemontesi della Sport Project la due giorni tricolore della 5ª ChieseRun, chiamata ad assegnare i titoli di campione italiano della staffetta di corsa in montagna. Ad aprire l’intenso weekend agonistico organizzato dalla società presieduta da Teresa Armanini nel suggestivo scenario di Limes e Pracul, località della Valdaone, sono stati gli atleti delle categorie giovanili, con gli allievi in gara per la conquista del tricolore, mentre i cadetti erano impegnati nella gara del Trofeo Nazionale. Per i ragazzi, infine, era in programma una prova valevole per il circuito Scoiattoli Trentini.

CATEGORIA ALLIEVI E ALLIEVE

L’inno di Mameli, al termine della staffette allieve, ha risuonato in onore della squadra di casa dell’Atletica Valchiese, profeta in patria grazie all’entusiasmante rimonta siglata dalla campionessa italiana di corsa in montagna individuale Licia Ferrari. A guidare il gruppo al termine della prima delle due frazioni di gara, andate in scena su un percorso di 4 chilometri e 151 metri di dislivello, era Martina Ghisalberti (Valle Brembana), transitata per prima in zona cambio con un buon margine di vantaggio su Virginia Rizzon del Trentino Lagorai Team e sulla portacolori della squadra B dell’Atletica Valchiese Vanessa Marca terza. Sesta la prima frazionista della formazione A del team di casa, Emma Zanetti, che ha caduto simbolicamente il testimone a Licia Ferrari.

Quest’ultima ha iniziato la propria rincorsa al tricolore con 2’01” di svantaggio dalle leader e nel breve volgere di 4 chilometri non solo ha colmato l’intero gap, ma si è anche assicurata un ampio margine di vantaggio sulle dirette concorrenti al titolo, facendo segnare l’incredibile tempo di 15’41”. Il duo dell’Atletica Valchiese ha trionfato con il tempo finale di 35’22”. Argento all’Atletica Valle Brembana di Martina Ghisalberti ed Elisa Rebucini (36’11”), bronzo in rimonta per il Gruppo sportivo Quantin Alpenplus, portato sul podio da Mirta Gerardini e da Irene Zampieri (37’43”).

Poi è toccato agli allievi maschi e, in questo caso, a salire sul gradino più alto del podio sono stati i piemontesi della Sport Project Vco, con l’Atletica Valchiese ancora protagonista, questa volta medaglia d’argento. A indossare l’elegante veste tricolore sono stati i due novaresi di Gozzano Pietro Ruga e Simone Abbatecola, che hanno menato le danze fin dalle battute iniziali e si sono resi protagonisti di una bella cavalcata trionfale. Pietro Ruga ha chiuso al comando la prima frazione, seguito a distanza dalle coppie del Valchiavenna e dell’Atletica Valchiese.

Simone Abbatecola ha completato il lavoro iniziato dal compagno di squadra, andando a chiudere con il tempo finale di 28’07”7, mentre alle sue spalle si sono rimescolate le carte. La coppia di casa composta da Massimiliano Corsini e Pietro Eni ha guadagnato una posizione nel secondo giro del tracciato di gara e conquistato uno splendido secondo posto in 29’29”2, mentre Stefano Bagnus (in coppia con il primo frazionista Daniele Mattio) ha portato sul podio la Podistica Valle Varaita.

CATEGORIA CADETTI E CADETTE

Le gare tricolori della categoria allievi sono state precedute da quelle del Trofeo Nazionale cadetti, che hanno premiato la formazione femminile del Cortenova e quella maschile del Gruppo sportivo Quantin Alpenplus.

La gara in rosa ha vissuto sulla cavalcata trionfale delle lombarde del Cortenova Caterina Ciacci e Denise Mascheri, che hanno coperto le due frazioni andate in scena su un percorso di 2,410 chilometri e 89 metri di dislivello con il tempo di 21’15”3. Sul secondo gradino del podio sono salite le portacolori dell’Atletica Alta Valseriana Elisa Giurini e Matilde Mologni (21’34”1), con quest’ultima che è riuscita nel finale a superare la seconda frazionista della formazione B del Cortenova Arianna Buzzoni, terza nell’ordine d’arrivo in coppia con Serena Mascheri (21’36”1 il riscontro cronometrico). Quinta piazza per la prima squadra trentina, targata Atletica Alto Garda e Ledro e formata da Sofia Gatti e Noemi Parisi (22’06”).

Nella gara del Trofeo Nazionale cadetti maschile, invece, a dominare la scena sono stati i due alfieri del team bellunese Quantin Alpenplus Marco Menia Cadore e Tommaso Gerardini, che hanno impiegato 21’52” per coprire i due giri del percorso di 2,920 chilometri e 126 metri di dislivello. Entusiasmante la sfida per la piazza d’onore, con Francesco Gianola del Premana (in coppia con Ivan Pomoni) che ha preceduto allo sprint il trentino dell’Atletica Valle di Cembra Alessio Zandonella, medaglia di bronzo assieme al compagno di squadra Stefano Bortolotti.

CATEGORIA RAGAZZI E RAGAZZE

La prima giornata della 5ª ChieseRun è stata aperta nel primo pomeriggio dalle staffette riservate alla categoria ragazzi, valide per il circuito Scoiattoli Trentini, con squadre composte da due frazionisti ciascuna, impegnati su un percorso di 1,23 chilometri e 29 metri di dislivello positivo.

Al maschile la vittoria è andata alla coppia valtellinese del Gruppo sportivo Morbegno composta da Giacomo Ciapponi e da Tommaso Tarca, in testa fin dalla prima frazione, primi con il tempo di 9’39”, seguiti a 10 secondi di distanza dai portacolori dell’Atletica Alto Garda e Ledro Lorenzo Santi e Davide Parisi, secondi assoluti ma vincitori della prova del circuito Scoiattoli Trentini. Terza piazza per il duo lecchese del Premana formato da Diego Pomoni e Oscar Gianola, che hanno pagato un ritardo di 20”.

Tra le ragazze, invece, soddisfazione doppia per Adele Andreolli e Penelope Delladio, prime assolute e dunque prime anche nella classifica della tappa del circuito Scoiattoli Trentini. Le due giovani runner del Lagarina Crus Team hanno portato a termine la loro prova in 11’05”9, precedendo di 3” le piemontesi dell’Atletica Susa, seconde davanti alle fiemmesi della Stella Alpina Carano Lucia Dallabona e Maddalena Delvai, terze in 11’17”.

Domani si assegnano i tricolori assoluti, juniores e master

Domani si replica con le gare dei campionati italiani di corsa in montagna a staffetta delle categorie assoluti, juniores e master. Il ritrovo è fissato per le 8 e alle 9 scatteranno le gare tricolori con le gare femminili junior, promesse, assoluta e master (con due frazioni), seguite alle 11 dalle analoghe categorie maschili, con il trio di casa formato da Marco Filosi, Luca Merli e Alberto Vender chiamato alla non facile impresa di difendere il titolo conquistato lo scorso anno in Puglia. Da battere, su tutte, sarà la formazione dell’Atletica Valli Bergamasche capitanata dal pluricampione italiano Cesare Maestri. Le competizioni della domenica verranno disputate su un percorso di 7,33 chilometri, che presenterà un dislivello positivo di 313 metri.

RELATED ARTICLES

Most Popular