fbpx
mercoledì, Settembre 27, 2023

Il Trofeo Passo Pampeago mette il turbo, tanti scalatori un unico vincitore

5° Trofeo Passo Pampeago domenica 18 settembre. Da Tesero (Tn) all’Alpe di Pampeago per entrare nel gotha del Trofeo. Tanti i protagonisti come Varesco, Gschnitzer, Tumler e Gazzini. UpHill Challenge e Südtirol Berg Cup avranno la ciliegina sulla torta che meritano.

Trofeo_Passo_Pampeago_2015_Annalisa_Adami_ciclismo_ph_Newspower_Canon
newspower

Ci siamo. Domenica 18 settembre sarà il giorno della quinta edizione del Trofeo Passo Pampeago: una cronoscalata unica, riservata a chi dà il meglio di sé quando il tracciato si fa impervio, una sfida ciclistica spettacolare che porrà il sigillo su due circuiti, Uphill Challenge e Südtirol Berg Cup. Gli organizzatori di Ski Center Latemar e US Litegosa hanno predisposto ogni dettaglio da tempo, avvantaggiati dalla struttura territoriale dell’itinerario di gara, con l’ultimo tratto prima di raggiungere il cielo, asfaltato in occasione del passaggio del Giro d’Italia 2012.

I cronoscalatori si troveranno ad affrontare i 10.5 km che da Tesero (Tn) portano ai quasi 2000 metri d’altitudine del Passo di Pampeago, dopo aver superato pendenze medie del 10% e massime del 15%. Alle ore 10.30 in Piazza Nuova a Tesero troveremo così numerosi protagonisti e contenders, a cominciare da Jarno Varesco, vincitore della competizione in ben tre edizioni e alla ricerca del poker, ci sarà inoltre il venostano Andreas Tappeiner, specialista delle lunghe distanze, gli altri altoatesini Michael Tumler e Stephan Unterthurner, Paolo Decarli, secondo nell’edizione 2013 del Trofeo Passo Pampeago, quindi alcuni protagonisti di Trentino MTB come Andrea Zamboni, leader nella classifica dello scalatore ed in lizza per la vittoria finale di Trentino MTB, Tarcisio Linardi, Gabriele Depaul, secondo nella scorsa sfida del Trofeo Passo Pampeago dietro a Jarno Varesco.

Risponderà presente anche Enzo Partel, terzo nel 2013, Thomas Gschnitzer è in ottima forma ed in cerca di un altro buon risultato dopo il secondo piazzamento nel 2014, mentre a completare l’opera ci penseranno Michael Daldoss, Alexander Gufler, Andreas Kofler e Michael Mitterhofer. Fra le donne la pratica sembra già chiusa, con Serena Gazzini, trionfatrice nel 2014, nettamente favorita. Ma si sa, nello sport gli imprevisti sono dietro l’angolo, per giunta la promettente bolzanina Francesca Pisciali tenterà di superarsi, così come Sarah Bader e le altre contendenti che sogneranno di entrare nel gotha del Trofeo Passo Pampeago.

Anche se si stratta di una corsa contro il tempo gli atleti non dovranno forzare troppo l’andatura, soprattutto nelle prime fasi del percorso, un crollo repentino nel finale potrebbe minare quanto fatto nelle fasi precedenti della gara. Il Trofeo Passo Pampeago è un bocconcino succulento anche per la classifica finale dell’UpHill Challenge 2016, dopo le prove Volano-Monte Finonchio ed Extreme Race Punta Veleno, poiché al termine dello stesso verranno sì sommati i tempi relativi alle tre gare ma, a parità di tempo, verrà ritenuta valida la classifica dell’ultima prova. Il secondo circuito di cui la gara di Pampeago fa parte è la Südtirol Berg Cup, un challenge che per la prima volta si è composto di ben cinque prove: Mendelrace Appiano – Passo Mendola, Trofeo Edelrot Lana – Passo Palade, Prato – Passo Stelvio Trofeo Cassa Raiffeisen Prato – Tubre, Gran Premio Passo Pennes Trofeo Team Moser Bau e appunto Trofeo Passo Pampeago.

Tutto pronto dunque, con l’allestimento del pasta party affidato all’Associazione Sagra di Stava che appronterà il ristoro finale alla palestra di roccia di Stava, dove si svolgeranno anche le premiazioni di un’edizione da ricordare, che consegnerà anche un euro per ogni iscritto all’associazione benefica Bambi.

Info: www.latemar.it

ARTICOLI CORRELATI

Most Popular