venerdì, Agosto 19, 2022

La Cours de Perics

Riceviamo e pubblichiamo dal nostro ‘inviato’ Giorgio Pesenti, presidente della Valetudo Skyrunning Italia:

Domenica 19 agosto. Il protagonista numero uno della 29 edizione della “Course des Perics” è stato il caldo torrido di origine africana che attanaglia tutta l’area meditteranea d’Europa, anche se le nuvole di primo mattino che incoronavano le vette pirenaiche francesi avevano fornito l’illusione di un clima piu fresco. Solo nella parte superiore della corsa, sui picchi Gran e Piccolo Perics, la temperatura era più fresca e l’aria respirabile.
Quest’anno era previsto un nuovo percorso per questa ottava tappa del ValetudoMNRIC ma gli organizzatori hanno dovuto fare dietro front e recuperare in fretta e furia il vecchio tracciato perché un incendio minacciava la sicurezza degli atleti.

Questa Corsa des Perics è stata condotta dal campione Francese di trail, Thierry Brueil e dal corridore catalano Toti Bes, la vittoria finale di Thierry si può dire che è arrivata in volata infatti Brueil ha vinto con il time di h. 2 10’24”, 2°  Toti Bes in 2 10’31”, 3°  Carbou Vincent Jean 2 14’ 00”.  Nelle dame, podio tutto francese, Valérie Lafitte vince con h. 3 02’41”, 2^ Ségolène Vernet 3 03’22”e 3^ Marion Zanin 3 18’54”.

Il 2 settembre ad Aosta prenderà il via la nona tappa del circuito la skyrace della Becca di Nona e il 30 settembre ci sarà la prova finale del VMNRIC, la skyrace Etna Valetudo Skyrace.

ARTICOLI CORRELATI

Most Popular