fbpx
giovedì, Aprile 18, 2024

Cristian Minoggio e Lorenzo Beltrami portano l’oro in Italia ai Campionati Europei di Skyrunning

Campionati Europei di Skyrunning 2023: Spagna, Italia e Repubblica Ceca primeggiano sulle vette montenegrine

Campionati europei skyrunning 2023 Cristian Minoggio Gemma Arenas
©iancorless.com

Montenegro – I Campionati Europei di Skyrunning 2023 hanno trasformato il suggestivo Parco Nazionale di Prokletije, situato tra le imponenti cime balcaniche, in un’arena di sfide epiche. Atleti provenienti da ventuno nazioni hanno dato il massimo in tre diverse discipline: il VERTICAL, la SKYULTRA e la SKYRACE. La Spagna, l’Italia e la Repubblica Ceca hanno ottenuto risultati straordinari, conquistando numerosi titoli e medaglie, e le loro prestazioni hanno lasciato il segno.

VERTICAL – Francia e Spagna brillano sul percorso ripido e aspro

Il vertical, che ha dato il via ai Campionati, ha offerto uno spettacolo avvincente su un tracciato di 3,9 km caratterizzato da una salita ripida e un vento fresco in quota. Louison Coiffet della Francia ha conquistato l’oro nella gara maschile, raggiungendo la vetta con un tempo eccellente di 37’51”. Il suo connazionale Louis Dumas ha ottenuto l’argento, mentre lo spagnolo Alain Santamaria ha portato a casa il bronzo, chiudendo ad appena un secondo da Dumas. Nella competizione femminile, Naiara Irigoyen della Spagna ha dominato con un tempo di 44’11”, portando a casa l’oro. Le italiane Corinna Ghirardi e Camilla Magliano si sono aggiudicate rispettivamente l’argento e il bronzo, sfidando la concorrenza con determinazione.

RISULTATI VERTICAL

Uomini
ORO – Louison Coiffet (FRA) – 37’51”
ARGENTO – Louis Dumas (FRA) – 38’25”
BRONZO – Alain Santamaria (ESP) – 38’26”

Donne
ORO – Naiara Irigoyen (ESP) – 44’11”
ARGENTO – Corinna Ghirardi (ITA) – 44’39”
BRONZO – Camilla Magliano (ITA) – 45’12”

SKYULTRA – Italia e Spagna sul podio nella lunga distanza

La skyultra è stata una prova di resistenza estrema, con una distanza di 50 km e un dislivello positivo di 4.400 m. Cristian Minoggio, campione del mondo in carica dell’Italia, ha dato una vera dimostrazione di forza nella gara maschile, tagliando il traguardo in solitaria in un tempo straordinario di 6h15’20”. Ha conquistato l’oro con un vantaggio di nove minuti sul secondo classificato, Tomas Macecek della Repubblica Ceca, che ha ottenuto l’argento. Mattia Tanara, un altro atleta italiano, si è aggiudicato il bronzo, difendendo la sua posizione dagli attacchi dello spagnolo Marc Ollé. Nella competizione femminile, Gemma Arenas della Spagna ha dimostrato una determinazione fuori dal comune nonostante un infortunio alla caviglia. Ha conquistato l’oro, mentre Sandra Sevillano, campionessa europea in carica, ha ottenuto l’argento. Giulia Saggin dell’Italia si è aggiudicata il bronzo, regalando a se stessa un compleanno da ricordare.

RISULTATI SKYULTRA

Uomini
Oro – Cristian Minoggio (ITA) 6h15’20”
Argento – Tomas Macecek (CZE) 6h24’47”
Bronzo – Mattia Tanara (ITA) 6h33’53”

Donne
Oro – Gemma Arenas (ESP) 7h59’05”
Argento – Sandra Sevillano (ESP) 8h03’03”
Bronzo – Giulia Saggin (ITA) 8h06’04”

SKY – Un trionfo italiano e una vittoria spagnola

Nella gara finale della disciplina SKY, che ha coperto parte del percorso della skyultra, Lorenzo Beltrami dell’Italia ha dominato la competizione maschile, tagliando il traguardo in un tempo impressionante di 3h17’24”. Ha conquistato l’oro dopo una prestazione magistrale, lasciando gli avversari dietro di sé. Martin Nilsson della Svezia ha ottenuto l’argento, mentre Alain Santamaria della Spagna ha conquistato il bronzo per la sua seconda medaglia nella manifestazione. Nella gara femminile, Marta Martinez della Spagna ha dato il massimo e ha guadagnato l’oro con un tempo di 4h00’17”. Olivia Magnone della Francia ha ottenuto l’argento, mentre Louise Jernberg della Svezia si è aggiudicata il bronzo, sfidando fino all’ultimo la concorrenza.

RISULTATI SKYRACE

Uomini
Oro – Lorenzo Beltrami (ITA) 3h17’24”
Argento – Martin Nilsson (SVE) 3h18’48”
Bronzo – Alain Santamaria (ESP) 3h20’57”

Donne
Oro – Marta Martinez (ESP) 4h00’17”
Argento – Olivia Magnone (FRA) 4h04’32”
Bronzo – Louise Jernberg (SVE) 4h09’52”

COMBINATA

Uomini
Oro – Martin Nilsson (SVE)
Argento – Alain Santamaria (ESP)
Bronzo – Louis Dumas (FRA)

Donne
Oro – Olivia Magnone (FRA)
Argento – Louise Jernberg (SWE)
Bronzo – Ariadne Fenes (AND)

Spagna, Italia e Repubblica Ceca in testa alla classifica per nazioni

Complessivamente, l’Italia ha ottenuto sette medaglie, dimostrando una presenza di spicco in tutte e tre le discipline. La Spagna ha conquistato otto medaglie, posizionandosi al primo posto nella classifica per nazioni. La Repubblica Ceca ha ottenuto tre medaglie e si è piazzata al terzo posto nella classifica generale. È stata una sfida accesa tra queste nazioni, con il talento degli atleti in mostra in ogni gara. Gli appassionati di skyrunning hanno avuto l’opportunità di ammirare performance eccezionali e lottare per la supremazia europea.

CLASSIFICA A SQUADRE
Oro – Spagna (944 punti)
Argento – Italia (916 punti)
Bronzo – Repubblica Ceca (682 punti)

I Campionati Europei di Skyrunning 2023 in Montenegro hanno offerto una combinazione unica di paesaggi mozzafiato e sfide avvincenti. Gli atleti provenienti da tutta Europa hanno dimostrato grande forza, resistenza e determinazione. Non resta che attendere con impazienza i prossimi eventi di skyrunning, dove questi straordinari atleti continueranno a superare i loro limiti e a ispirare generazioni future di appassionati di sport all’aria aperta.

RISULTATI ITALIANI AI CAMPIONATI EUROPEI DI SKYRUNNING: SETTE MEDAGLIE E PRESTAZIONI DI ALTO LIVELLO

Gli atleti italiani hanno ottenuto risultati straordinari ai Campionati Europei di Skyrunning 2023, dimostrando il loro talento e la loro determinazione sulle vette montenegrine. In tutte e tre le discipline – VERTICAL, SKYULTRA e SKY – gli atleti azzurri si sono distinti, portando a casa un totale di sette medaglie.

VERTICAL: Medaglie per Ghirardi e Magliano

Nella competizione VERTICAL, Corinna Ghirardi della squadra Skyrunning Adventure ASD ha ottenuto un notevole secondo posto, dimostrando una grande forza e resistenza lungo il percorso ripido e aspro. Camilla Magliano della squadra Dinamo Team SSD ha conquistato la medaglia di bronzo, nonostante una partenza aggressiva che l’ha portata a perdere la leadership a metà gara. Le loro prestazioni hanno confermato la presenza dell’Italia ai vertici della disciplina.

SKYULTRA: Oro per Minoggio e bronzo per Tanara

Nella gara SKYULTRA, Cristian Minoggio della squadra Dinamo Team SSD ha dato una straordinaria dimostrazione di forza, conquistando l’oro e difendendo il suo titolo di campione del mondo. Minoggio è partito in testa e ha dominato l’intera competizione, tagliando il traguardo con un notevole vantaggio di nove minuti sul secondo classificato. Mattia Tanara della squadra ASD Team KM Sport ha ottenuto la medaglia di bronzo, lottando tenacemente fino alla fine per difendere la sua posizione dagli attacchi degli avversari.

SKY: Beltrami trionfa con l’oro

Nella disciplina SKY, l’atleta italiano Lorenzo Beltrami della squadra Sky Lario Runners ASD ha lasciato il segno, conquistando l’oro con una prestazione eccezionale. Beltrami ha preso il comando della gara e ha mantenuto la sua posizione fino al traguardo, dimostrando una determinazione straordinaria. La sua vittoria è stata un trionfo per l’Italia e ha confermato il suo talento nel campo dello skyrunning.

Complessivamente, i risultati ottenuti dagli atleti italiani ai Campionati Europei di Skyrunning 2023 sono stati straordinari. Sette medaglie e prestazioni di alto livello hanno reso l’Italia una presenza di spicco nella competizione. Gli atleti italiani hanno dimostrato grande forza, determinazione e passione per lo skyrunning, lasciando il segno sulle vette montenegrine. La loro performance è un motivo di orgoglio per il paese e ispira generazioni future di appassionati di sport all’aria aperta.

Il Parco naturale di Prokletije: l’arena dei Campionati Europei di Skyrunning

Montenegro Parco naturale di Prokletije
Parco naturale di Prokletije

I Campionati Europei di Skyrunning 2023 si sono disputati nel suggestivo scenario del Parco Naturale di Prokletije, situato nei Balcani montenegrini. Questa spettacolare area naturale ha fornito il contesto perfetto per mettere alla prova le abilità degli atleti europei nello skyrunning.

Il Parco Naturale di Prokletije è una gemma nascosta che offre una bellezza incontaminata e selvaggia. È incastonato tra le cime imponenti e selvagge che si affacciano sul territorio montenegrino, creando uno scenario mozzafiato che ha affascinato sia gli atleti che gli spettatori.

La regione del Parco Nazionale di Prokletije è caratterizzata da montagne imponenti, valli profonde, fiumi incontaminati e una flora e fauna ricche di biodiversità. Le cime che dominano l’area superano i 2.000 metri di altitudine, offrendo panorami spettacolari e un terreno impegnativo per gli atleti.

I sentieri che si snodano attraverso il parco offrono una varietà di paesaggi, dalle praterie rigogliose alle pendici rocciose, dai nevai persistenti alle cascate impetuose. Gli atleti hanno dovuto affrontare salite ripide, discese tecniche e terreni accidentati, mettendo alla prova la loro resistenza, la capacità di adattamento e le abilità di orientamento.

Questo ambiente incontaminato ha permesso agli atleti di immergersi nella natura selvaggia, respirando aria fresca e sentendosi parte integrante del paesaggio montano. Lo skyrunning in queste terre è un’esperienza autentica, che permette di apprezzare la bellezza e la grandiosità della natura.

Il Parco Naturale di Prokletije è stato scelto come sede dei Campionati Europei di Skyrunning per la prima volta, offrendo agli atleti un’opportunità unica di sfidare se stessi in un ambiente mozzafiato. La sua bellezza incontaminata e la sua natura selvaggia hanno reso la competizione ancora più emozionante e affascinante.

I Campionati Europei di Skyrunning 2023 nel Parco Naturale di Prokletije hanno contribuito a promuovere l’importanza della conservazione della natura e dell’ecosistema montano. Gli atleti, attraverso la loro partecipazione e le loro performance, hanno sottolineato il valore di questi luoghi e la necessità di preservarli per le generazioni future.

RELATED ARTICLES

Most Popular