Banner alto

Banner alto

Daniel Antonioli e Denisa Dragomir vincono la Veia Skyrace

Condividi su:

International Veia Skyrace Trofeo Giampiero Bragoni in Val Bognanco (VB), gara valida come prova delle Italy Series e campionato Italiano Csen di combinata vk e skyrace, successo di Daniel Antonioli e Denisa Dragomir. Qui la classifica.

Una giornata splendida di sole ha regalato ai tanti skyrunner e ai tifosi uno spettacolo paesaggistico con le creste che si stagliano sul confine italo Eelvetico con la cornice dei 4.000 svizzeri. Partenza della gara lunga di 31 km alle 07.40 dalla nuova location allestita all’alpe Gomba. Subito si delinea un duello sportivo fra due atleti, il vincitore delle World Series 2016 Tadei Pivk e il portacolori dell’esercito Daniel Antonioli. Al gran premio della montagna cima Verosso a 2.444 m transitano appaiati alternandosi alla testa della corsa fino a tre quarti di gara. Sull’ultima salita (novità del percorso 2017) verso il Lago di Paioni l’attacco vincente di Antonioli che, complice un problema di crampi del campione friulano Pivk, riesce a costruire un buon margine che lo porterà all’arrivo in solitaria al villaggio La Veia.

Vittoria dunque per Daniel Antonioli del Cs Esercito con un crono di 3h03’37”, secondo il portacolori del Team La Sportiva Tadei Pivk staccato di 3’09”, sul gradino più basso del podio il giovane svizzero campione del mondo under 20 De Lorenzi Roberto con il tempo di 3h08’12”. A completare la top ten di giornata il trentino Daniele Cappelletti, il francese del team Scott Adrien Michaud, l’ossolano Piana Rolando della Valetudo, Rinaldi Stefano dell’Eolo Team, l’argentino Simon Diego del Team Salomon, Bacchion Gabriele e l’atleta Valetudo Poli Paolo. In campo femminile vittoria per la rumena della Valetudo Skyrunning Italia Racer Denisa Dragomir con il tempo di 3h36’46’ che per il terzo anno consecutivo si conferma regina della gara di Bognanco, seconda staccata di 4’42” la francese Celia Chiron del team Scott e terza l’italiana Daniela Rota di Waa Team.

Nella 22 km parte subito forte il vincitore del vertical corso venerdì a Bognanco Mattia Scrimaglia. La stoccata vincente sull’ultima salita dove Andrea Rota del team Salomon attacca e scollina in solitaria controllando poi il vantaggio nella discesa finale, vittoria per lui con il crono di 2h02’46”, secondo Mattia Bertoncini del Gsa Valsesia e terzo Mauro Stoppini del Team Salomon – Fisiodelta.

Si laureano campioni italiani di combinata Rolando Piana e Silva Serafini del Team Tornado, mentre il Trofeo Giampiero Bragoni è stato vinto dalla Valetudo Skyrunning Italia Racer con i tempi di Piana Rolando e Poli Paolo. Vincente la scelta della nuova location dell’Alpe Gomba, dove la creazione del Villaggio La Veia ha offerto ai presenti servizi efficienti ed ampi spazi green. Al termine delle premiazioni il team organizzatore ha ricordato con un minuto di silenzio Camilla ed Alessio i due ragazzi della valle tragicamente venuti a mancare il 13 agosto.