Banner alto

Banner alto

Devil Skyrace: a Valbondione la firma di Cristian Minoggio e Daniela Rota

Condividi su:

Domenica 22 settembre a Valbondione, in provincia di Bergamo, un meteo autunnale ha sancito il battesimo della prima edizione della Devil Skyrace ideata e voluta da Mario Marzani.

devil skyrace
Daniela Rota in azione. Foto di Marco Pendezza

Nuvole basse e scrosci di pioggia hanno convinto gli organizzatori – Mario Marzani per il comitato Tre Laghi Tre Rifugi e Fabio Arizzi del rifugio Curò – a rinunciare al passaggio del pizzo del Diavolo della Malgina.

La riorganizzazione del tracciato si è tradotta in un chilometraggio di 21 km per un dislivello positivo di 2.000 metri e di un dislivello negativo di 1.000 metri. Nuovo gpm al passo del Gelt a quota 2.730 metri.

Alle ore 8.30 il via per i 122 skyrunner dall’ostello casa Corti di Valbondione a quota 870 metri con un lancio tra le vie della località orobica dell’Alta Valle Seriana.

devil skyrace
Cristian Minoggio guida la competizione. Foto di Marco Pendezza

Il duo composto dal cannobino Cristian Minoggio e il ruandese Jean Baptiste Simukeka, entrambi tesserati per il team Serim di patron Giorgio Pesenti, ha raggiunto in soli 56 minuti il rifugio Curò passando dallo “scarico”, la via direttissima recentemente sistemata.

Dopo 2h27’12” il campione europeo di ultra skymarathon Cristian Minoggio ha tagliato il traguardo della competizione distanziando di 4″ Jean Baptiste Simukeka, che è giunto secondo in 2h27’17” (ricordiamo la sua vittoria, con tanto di record, settimana scorsa alla Zacup). Alle loro spalle hanno duellato per l’ultimo gradino del podio Luca Arrigoni del team Serim e Paolo Poli de La Recastello. Fra i due runner bergamaschi, ad avere la meglio è stato Luca Arrigoni, che ha completato la propria fatica in 2h29’30”.

Potrebbe interessarti: la classifica completa.

Nei migliori dieci di questa vera skyrace rientrano anche Paolo Poli (quarto assoluto in 2h34’26”), Clemente Belingheri (quinto classificato in 2h36’44”), Fabio Bonfanti (2h38’16”), Gabriele Carrara (2h38’56”), Mirko Pedroli (2h42’30”), Lorenzo Morettini (2h42’45”) e Andrea Baroni (2h46’53”).

devil skyrace
Un tratto impegnativo e scivoloso affrontato in discesa. Foto di Marco Pendezza

Ad aver dominato la gara femminile in perfetta solitudine è stata Daniela Rota. La portacolori del team La Sportiva ha vinto in 3h06’04”. Secondo gradino del podio per la fondista skyrunner di Serina Carolina Tiraboschi (asd Maga – 3h10’49”). Al terzo posto la scialpinista Paola Pezzoli che ha fermato le lancette su 3h17’04”.

Enula Bassanelli