Banner alto

Banner alto

Domenica La Direttissima sul Bondone: grandi ambizioni per il futuro

Il sogno degli organizzatori de La Direttissima è quello di creare a partire dal 2022 un Festival della corsa in quota in una città capoluogo come Trento e sulla sua alpe, il monte Bondone, e contemporaneamente di dare vita ad un evento a forte trazione femminile. E stando alle adesioni alla quarta edizione, che andrà in scena domenica 5 settembre, con un programma di tre competizioni in un’unica manifestazione, le premesse sembrano soddisfare gli obiettivi dello Sci club monte Bondone.

direttissima trento bondone
Domenica La Direttissima a trazione femminile. Jimenez, Canepa e Veronese si giocano la K2.

La starting list propone infatti un’interessante presenza di atlete dal palmares rilevante, sky e ultra runner, che hanno deciso di entrare a far parte del team ambassador woman, promuovendo «La Direttissima» dalla prossima domenica alla nascita del nuovo evento. Su tutte la pluricampionessa francese con passaporto italiano Stephanie Jimenez, ed ancora la valdostana Francesca Canepa e la piemontese Ilaria Veronese. Saranno loro a contendersi la vittoria nella K2, la gara più attesa del fine settimana trentino, della quale apprezzano particolarmente il tracciato di gara.

«La Direttissima – precisa la due volte medagliata agli europei di skyrunning Jimenez – è un vertical molto impegnativo, in particolar modo la seconda parte del percorso. Proprio per questo motivo bisogna saper gestire le energie per l’ultima parte da Vason ai 2098 metri di Cima Palon, da dove si può godere un paesaggio fantastico a 360 gradi».

Le fa eco anche Francesca Canepa, che può vantare successi all’Ultra Trail du Mont Blanc e al Tor de Géants: «Pur non essendo i vertical la mia specialità, devo evidenziare che la gara trentina è bella tosta. Mi piace molto perché si parte dal centro città, che nelle nostre gare accade di rado. Quando Dody e Yuri Nicolussi mi hanno chiesto di entrare nel team woman ho accettato volentieri, perché sto notando come il movimento femminile del mountain running sta crescendo molto e sono convinto che lo farà anche questa gara, soprattutto se dall’anno prossimo nel programma verrà aggiunto anche il trail».

A sfidare le due regine ci proverà anche la plurimedagliata skialper e recente vincitrice del Mezzalama sky, Ilaria Veronese: «Nel 2019 vinsi la versione K1000 de La Direttissima, ma domenica voglio provare la gara lunga. So che non sarà facile, ma le nuove sfide mi entusiasmano, poi Trento e il Monte Bondone può vantare sempre un’accoglienza speciale con tanta gente che fa il tifo».

Non sarà da meno la sfida al maschile, che vedrà indossare il pettorale runner esperti come Christian Modena, Tarcisio Linardi e il forte vicentino del team Salomon Federico Presa, che prenderà parte alla gara K1000.

Tre sfide in un’unica giornata dunque. La K1000, con uno sviluppo di 9,6 km e un dislivello di 1456 metri con arrivo in località Vason, quindi la K2, con una lunghezza di 12,7 km e 2053 metri di dislivello, con arrivo a Cima Palon. Entrambe avranno come orario di partenza le ore 10 da piazza Duomo a Trento. A completare il programma dell’evento non mancherà la vivace Kkids, prova non competitiva riservata ai bambini e ragazzi che si svolgerà su vari percorsi con start e traguardo a Vason.

Ultime ore di iscrizioni, con autocertificazione Covid 19. Una sfida imperdibile.

Lascia il tuo commento