Banner alto

Banner alto

Eliana Patelli: la vincitrice 2016 racconta il suo Giro lago di Resia

Condividi su:

Sabato 15 luglio non ci sarà per difendere il titolo di regina del Lago di Resia conquistato nel 2016 accanto a Giovanni Gualdi; la bergamasca Eliana Patelli (recentemente tesserata per il team La Recastello) rientrerà alle gare non prima di settembre. Bisognerà, quindi, attendere un altro paio di mesi prima di vederla nuovamente gareggiare ai livelli a cui ci aveva abituato: alle spalle, due anni difficili, fatti di numerosi infortuni e disturbi, l’ultimo dei quali, che perdurava da sei anni, è stato debellato solo recentemente, e non senza un pizzico di fortuna.

«Dimmi un infortunio, ed io lo avrò sicuramente avuto – sbotta Eliana -. Questi due anni sono stati molto difficili, non riuscivo a risolvere il mio problema perché nessun medico era in grado di individuarne la causa. Alla fine il problema è stato individuato e risolto. No, non era per nulla qualcosa di semplice, anzi. Quando il medico ha avuto in mano i risultati è rimasto stupito dal fatto che avessi avuto la forza di continuare a correre, ma credo che sia stato proprio l’amore per il running ad avermi aiutata a non mollare mai».

Non ci sarai, sabato 15 luglio in occasione del diciottesimo Giro Lago di Resia, Eliana, ma il ricordo del 2016 è ancora vivo in te: «Il giro è di soli 15 km – racconta l’atleta della Recastello Radici Group – quindi un chilometraggio ottimo per chi stia preparando una mezza maratona per settembre o ottobre. Inoltre il percorso è piuttosto allenante: non bisogna dimenticare che la seconda parte della gara è caratterizzata da un saliscendi caratterizzato da strappi molto brevi ma intensi. Lo scorso anno su una di quelle salite ho rischiato di lasciarci i polmoni».

Bello, quindi, anzi, bellissimo, il percorso del Giro Lago di Resia: «Venire da queste parti è un’esperienza unica – spiega Eliana -, da una parte il lago, dall’altra il verde dei boschi, l’incombere delle montagne, per non parlare delle malghe, dei castelli, delle chiesette montane e del cibo. Perché la gara non finisce con le premiazioni; a seguire ecco la bellissima festa, a base di musica e di ottime pietanze».

newspower

Che cosa rappresenta, quindi, per Eliana, il Giro Lago di Resia? «Senza dubbio un appuntamento atteso di anno in anno, un evento che sa puntare i riflettori su una valle bellissima dell’Alto Adige – chiosa Eliana -, capace di coinvolgere non solo atleti provenienti da tutta la penisola, ma anche molti sportivi stranieri, per lo più provenienti da Svizzera, Germania o Austria. A conferma dell’eccellenza di quest’evento sportivo, il numero in costante aumento di atleti presenti alla gara».

Nel frattempo continuano senza sosta le iscrizioni all’evento di Curon Venosta di sabato 15 luglio, al quale sarà possibile iscriversi fino alle ore 24.00 del 9 luglio 2017 al costo di 32,00 euro e di 10,00 euro per quanto riguarda la Corsa delle Mele. Dopo tale data l’iscrizione potrà essere effettuata solo nei giorni di venerdì 14 luglio, dalle ore 14.00 alle ore 20.00, e sabato 15, dalle ore 8.00 alle ore 16.00, ma al costo di 50,00 euro e solo presso l’area partenza arrivo posta all’ombra del famoso campanile.

Il Giro Lago di Resia inizierà venerdì 14 luglio con l’apertura dell’Expo e la consegna dei primi pettorali, mentre sabato 15 alle ore 13.30 si terrà la Corsa delle Mele per i bambini, alle ore 16.57 la partenza delle Handbike ed alle ore 17.00 quella di tutte le altre gare. La giornata si concluderà, poi, con la festa nel tendone, che inizierà alle ore 20.00 e sarà seguita, alle ore 21.00, dalle premiazioni. Maggiori informazioni sul sito www.reschenseelauf.it e all’indirizzo [email protected].