fbpx
giovedì, Maggio 23, 2024

Ecomarathon di Moieciu de Sus, tris di Manu Brizio nell’albo d’oro

In Romania l’aquila Valetudo Manu Brizio va nuovamente a segno, terzo assoluto Gianfranco Danesi. Nel cross successo dei Valetudo Zinca e Dragomir. Il team guidato da Giorgio Pesenti è andato in trasferta all’Ecomarathon di Moieciu de Sus.

Moieciu_de_Sus_Ecomarathon_2015_podio_rosa_cross_foto_Valetudo_teamA Moieciu de Sus, in Romania, sabato 9 maggio, oltre 1800 atleti hanno messo le scarpette da running per cimentarsi nell’Ecomarathon di Moieciu. Tre le gare in programma, la marathon di 42 km per un dislivello complessivo di 4500 metri, la cross di 14,2 km per un dislivello di 1500 m complessivi e, per le categorie giovanili, una gara su diverse distanze in base all’età. Raggiungere questa gara in Romania, per il Valetudo team (5 partecipazioni consecutive) è un appuntamento assai gradito. Il villaggio di Moieciu di sopra, infatti, è incastonato in due splendide valli che turisticamente risultano molto accoglienti e presentano interessanti spunti dal punto di vista naturalistico.

Il verde dei suoi prati e delle sue pinete accende ai visitatori la voglia di avventurarsi e scoprire la natura selvaggia del parco ai piedi dei Bucegi. Sulle montagne intorno a Moieciu si incontrano persone molto cordiali e sempre indaffarate a pulire scrupolosamente i prati come fossero le loro modeste dimore di montagna. Gli orti sono coltivati a regola d’arte, nei piccoli appezzamenti tra cipolle, patate e insalata non vi è un filo d’erba anche perché qui il denaro nei portafogli è scarso e i frutti della terra sono giacimenti d’oro. Correndo si incontrano cavalli, mucche, pecore, galline, insomma proprio un posticino dove la cultura del fai da te per vivere è di primaria importanza.

Moieciu_de_Sus_Ecomarathon_2015_podio_cross_maschile_foto_Valetudo_teamSu queste montagne le persone anziane sono molto operose e fiere dell’ambiente in cui vivono. Non hanno lo sguardo triste, anzi, sprizzano felicità dai loro visi scavati dalle fatiche e sono raggianti nel porgere ai forestieri un festante saluto. Se ti avvicini ti stringono pure la mano, in segno di riconoscenza per la visita. In questo contesto è nata l’ecomarathon, una manifestazione di una semplicità e cordialità incredibile. Edizione dopo edizione, la gara di Moieciu cresce di importanza e lo dimostra con la chiusura delle iscrizioni in largo anticipo e con una start list di livello internazionale.

L’ecomarathon di 42 km e il cross hanno preso il via dal centro di Moieciu alle nove in punto. Il meteo ha fatto il bravo lasciandoci partire riscaldati dal sole. La gara lunga prevedeva tre impegnativi giri (bucle) mentre la corta era articolata sul primo giro della lunga. Pronti via, ovviamente i concorrenti della cross sono partiti a chiodo e il duo della Valetudo Zinca Ionut e Szabolcs Gyorgy ha avuto vita difficile per gli attacchi del moldavo Gheorghita Vitalie e di Ionescu Marius Viorel del team Craiova Running Club. Nel cross rosa, invece, le due Valetudo hanno avuto gara meno difficoltosa perché le avversarie, subito dopo la partenza, hanno perso contatto.

Moieciu_de_Sus_Ecomarathon_2015_podio_rosa_marathon_foto_Valetudo_teamIl primo ad abbracciare le sorelle David in segno di vittoria è stato l’aquila Valetudo Ionut Zinca. Una splendida vittoria con il nuovo record della gara, time 56’04”. Secondo Vitalie Gheorghita in 56’53” e bronzo per l’altro Valetudo, Szabolcs Gyorgy, fresco vincitore del Lago Maggiore International Trail a Maccagno. Per Soby un crono di 58’46”. L’aquila Valetudo rosa Denisa Dragomir ha emulato il suo allenatore Zinca, vincendo il cross con autorità, siglando il nuovo record della gara in 1h07’37”. Per Denisa l’ottavo tempo assoluto di gara, ottimo argento per un’altra Valetudo rosa, Iulia Gainariu, tempo 1h12’28”. Anche per Iulia un ottimo ventesimo posto nella classifica assoluta, terza Rodean Ana Veronica, time 1h16’08”, team Cs Unirea. Per il Valetudo team, con l’87° posto in classifica generale, Giorgio Pesenti si è classificato al quarto posto del podio nella classifica over 50. Atleti classificati nella gara cross 614.

Anche nella gara di 42 km i top runner hanno reso questa marathon assai battagliata e palpitante. L’aquila Valetudo rosa Emanuela Brizio ha dovuto vedersela con la campionessa inglese di corsa in montagna Jeska Lauren (team Eryri Harriers) e con le rumene Gianina Tanase (Compressport) e Dogaru Paola (Cpnt Brasov). Nella marathon maschile l’aquila Valetudo Gianfranco Danesi, immediatamente dopo la partenza, si è infilato nel quartetto al comando della gara. Tra i 4 corridori al comando c’è sempre stato il vincitore finale, il professionista rumeno di biathlon Buta George Razvan, classe 1993, già vincitore della marathon nel 2014. Questo giovane atleta corre una sola gara podistica di montagna: l’ecomarathon. Impressionanti le qualità atletiche di Buta. Sulle ultime due salite, con i suoi bastoncini, è letteralmente volato. Rispetto al tempo di gara del 2014 (3h35’59”) si è migliorato prepotentemente di 7’10” .

Moieciu_de_Sus_Ecomarathon_2015_podio_marathon_maschile_foto_Valetudo_teamL’aquila Valetudo Gianfranco Danesi, in discesa, nel secondo dei tre giri, quando era saldamente in seconda posizione, si è infilato in un sentiero fuori gara perdendo 4’. Rientrando nervosamente sul tracciato di gara si è trovato in quarta posizione e non gli è restato che tirare come un dannato per raggiungere almeno l’ultimo gradino del podio. Nella eco di 42 km al femminile, Emanuela Brizio fa un esaltante tris di vittorie consecutive conquistando simbolicamente il logo della gara, un verde trifoglio. Per l’aquila rosa un time di 4h14’17” raggiungendo il 14° posto della classifica assoluta, seconda Dogaru Paola 4h25’22” e terza l’inglese Jeska Lauren 4h28’42”. Nella eco di 42 km maschile, primo, con il nuovo record della gara, Buta George Razvan (time 3h28’40”), secondo Bogya Tamas in 3h31’14” (società LaSportiva) e bronzo per Gianfranco Danesi in 3h38’09”. Atleti classificati 663.

Alle ore 16.00, oltre 500 aspiranti runner si sono cimentati, con gioia e impegno, nella varie gare in programma preparate dalle gemelle David, dimostrando che il movimento podistico in Romania è in piena espansione. E per finire in bellezza una mega premiazione ha sancito la fine di questa bella Ecomarathon di Moieciu de Sus. L’anno prossimo? Il Valetudo team sarà presente.

Giorgio Pesenti
presidente Valetudo Skyrunning Italia
(photo Valetudo team)

RELATED ARTICLES

Most Popular