Banner alto

Banner alto

Emanuela Brizio prima alla Valmalenco Valposchiavo

Condividi su:

Valmalenco Valposchiavo, le aquile Valetudo ancora una volta protagoniste in questa che è diventata una delle classiche dello skyrunning. E come sempre non poteva mancare il nostro ‘inviato speciale’ Giorgio Pesenti, presidentissimo della Valetudo che puntuale ci manda il comunicato: “10 giugno a Lanzada in provincia di Sondrio le nuvole coprivano tutte le montagne della Valmalenco, la temperatura era freschina e sul Campagneda cadeva la neve, ma nessuna paura, qui gli organizzatori hanno la precisione degli orologi Svizzeri e nel giro di pochi minuti tutti sui pulman e via verso la gara alternativa di Poschiavo. Arrivati a Poschiavo l’acqua scendeva a rotta di collo ma per la seconda volta gli speciali organizzatori non si son fatti prendere dal panico e con la solita precisione Rosso Crociata alcuni minuti dopo le 10.00 hanno schierato sulla linea di partenza i 432 temerari runner delle corse in montagna; questo percorso di emergenza ha avuto uno sviluppo chilometrico di 15 km per un dislivello complessivo di 2000 metri. Lasciato in archivio il percorso originale di 31 km la gara di oggi si è combattuta sul filo dei secondi e la partenza è stata come vedere uno start sui diecimila metri in pista. Dopo i mille metri di dislivello in salita, nella race rosa, l’aquila Valetudo rosa Emanuela Brizio aveva una manciata di secondi di vantaggio sulla Russa Vokueva e nella gara maschile il Ceco Krupicka aveva un esiguo anticipo sullo Spagnolo, il campione del mondo di skyrunning 2011, Hernando Alzaga Luis.

Sulla passerella del finish di Poschiavo la due volte campionessa Mondiale Brizio Emanuela ha stupito ancora tutti con un arrivo a braccia alzate, la super Manu è riuscita a rivincere per i colori azzurri questa fantastica gara a cavallo di Italia e Svizzera in h. 1 44’33”, era dal 2007, dopo il successo nell’Europeo della campionessa Valetudo Pierangela Baronchelli che un’Italiana non raggiungeva per prima la piazza principale di Poschiavo. Sul secondo gradino del podio rosa è salita, dopo una strepitosa discesa, la Spagnola Dominguez Azpeleta Nuria team Trangoworld-laSportiva in 1 47’42”, bronzo per la russa team Salomon Zhanna Vokueva 1 48’53”. Eccezionale il risultato della Bergamasca del team Valetudo skyrunning rosa Ester Scotti, la forte atleta di Presezzo non si è lasciata intimorire dal prestigio della gara Internazionale e con una determinazione d’acciacio ha tagliato il nastro d’arrivo con il quarto tempo 1 49’50”.

Nella gara maschile con il time di h. 1 20’40” Robert Krupicka ha calpestato per primo la passatoia rossa dell’arrivo, 2° Hernando Alzaga Luis team Fam Cai Gragnone Spagna 1 22’12”, per il bronzo c’è stata una battaglia sportiva furibonda in discesa alla fine il cronometro con il time di 1 22’17” ha consegnato il terzo gradino del podio alla rivelazione di oggi il ventenne Colombiano Padua Rodriguez, 4° il Messicano Victor Cortez 1 22’25”, 5° il primo degli Italiani il Friulano Tadei Pivk 1 22’37”, 6° Il Tedesco della Salomon Schiessl Helmut, 7° il vice campione del mondo di skyrunning 2011 l’aquila della Valetudo Mamleev Mikhail, il Russo di San Pietroburgo trapiantato in Italia ha sofferto un po’ la scarsa tecnicità della discesa. Con una discesa da manuale al 15 posto il Bergamasco della Valetudo Bazzana Fabio, oggi il corridore della valle Seriana si è espresso a grandi livelli dopo una bella stagione nello scialpinismo, 19^ posizione per l’aquila Valetudo Fenaroli  Maurizio, per Maury una riconferma del suo buon stato di forma. Seguono per la Valetudo team: 31° Berlinghieri Clemente, 46° Toniolo Mauro, 63° Carrara Luca, 69° Gazzaniga Abramo, 73° Ruzza Stefano, 116° Boffetti Luca, 198° Gritti Luigi, 207° Rottoli Giacomo, 232° Turchi Claudio, 256° Zullato Ivano. Per la Bergamo skyrunning 18° Gotti Paolo del G.S. Altitude”.