Banner alto

Banner alto

Gromo e Schilpario aspettano i campionati italiani di fondo a fine mese

Condividi su:

Count down per la 2ª edizione di Bergamo Ski Tour, che si svolgerà a Schilpario e agli Spiazzi di Gromo dal 31 gennaio fino al 2 febbraio 2020. Le piste di fondo della Val Seriana saranno l’arena dove i big del fondo si contenderanno i titoli italiani delle prove Sprint, in tecnica classica, e Distance, in tecnica libera, per le categorie Senior, U23, U20 e U18.

Bergamo Ski Tour

Procedono alacremente i lavori di preparazione delle piste di fondo di Gromo e Schilpario in vista di Bergamo Ski Tour. La situazione neve è stata problematica a cavallo delle vacanze natalizie. La pioggia e le alte temperature, seguite alle iniziali nevicate di fine novembre, hanno complicato la situazione generale. Ora i cannoni dell’alta Val Seriana hanno però ripreso a funzionare a pieno regime.

Tutto pronto per giocarsi il titolo italiano sprint e distance

Agli Spiazzi di Gromo il locale sci club è impegnato nella preparazione del tracciato che il primo giorno di gare vedrà in palio il titolo italiano Seniores e U23 sulla distanza Sprint in tecnica classica, e il giorno successivo la gara Distance in tecnica libera di 15 km per gli uomini e 10 km per le donne, valida come Campionato Italiano individuale Senior, U23, U20 e U18.

«Negli scorsi giorni, grazie alle temperature rigide, siamo riusciti a sparare la neve necessaria per coprire i 3000 metri del tracciato per la gara Distance – ha commentato Paolo Morstabilini presidente dello Sci Club Gromo – la piccola perturbazione di sabato 18 gennaio ha innevato la parte alta della pista omologata che verrà predisposta per la zona riscaldamento». In questi giorni, con la supervisione di Renato Pasini, ex fondista italiano, operatori della società Iris e volontari stanno distribuendo la neve con mezzi d’opera adeguati. «Un lavoro dispendioso a livello di tempo e di costi economici, eppure necessario per preparare un percorso all’altezza dell’evento italiano – dice Paolo Morstabilini – e i prossimi giorni saranno fondamentali per mettere a punto ogni minimo dettaglio. Per esempio la gara sprint richiede che tutto il tracciato debba essere recintato per evitare intrusioni del pubblico durante la manifestazione».

Nell’ultimo sopralluogo di ieri mattina, i tecnici stimano di preparare l’anello di 3 chilometri che è già stato testato in occasione della Coppa Italia e dei Campionati Regionali di due anni fa agli Spiazzi. In settimana inizieranno anche i lavori di allestimento della zona ski-room e area parterre, luoghi che richiedono una cura del dettaglio particolare per facilitare e semplificare il lavoro di atleti e skiman.

La Pista degli Abeti (Schilpario)

Notizie confortanti anche dalla val di Scalve: «La nostra pista degli Abeti ha una buona parte del tracciato della gara sprint pronto e disponibile da diversi giorni: mancava un ultimo pezzo che abbiamo sistemato portando neve con i nostri volontari e il gestore della pista che ci hanno messo a disposizione vari mezzi per il trasporto e la sistemazione di tanta neve prodotta dai cannoni» ha commentato Andrea Giudici, presidente dello Sci Club Schilpario. Ora i tecnici e i volontari scalvini possono dedicarsi ad allestire al meglio tutto il parterre delle premiazioni, della zona riscaldamento e di tutte le funzioni necessarie per ospitare oltre 300 atleti attesi da tutta Italia per quello che si annuncia l’evento clou nell’inverno bergamasco.

I big ai nastri di partenza

I Campionati nazionali si svolgono nel weekend di pausa del calendario di Coppa del Mondo. In Val Seriana saranno la trentina Caterina Ganz delle Fiamme Gialle e il valdostano Federico Pellegrino delle Fiamme Oro a mettere in palio nella gara Sprint i titoli della categoria Senior conquistati un anno fa sulle nevi di Cogne, e certamente i due atleti punteranno al bis. Nelle prove Distanze è ancora Ganz, attuale detentrice, mentre nella prova maschile (15 km) un altro valdostano si è fregiato del titolo nazionale e risponde al nome di Francesco De Fabiani.

Lascia il tuo commento