fbpx
martedì, Luglio 16, 2024

Il 18 agosto torna la Skyrace Valmalenco Valposchiavo

SKYRACE VALMALENCO VALPOSCHIAVO 2024

Una gara diversa dalle altre, da vivere metro dopo metro, scollinando sul confine, in un contesto ambientale spettacolare: è la Valmalenco Valposchiavo, tornata per volontà del comitato organizzatore, e per la soddisfazione degli atleti, nel 2023, dopo dieci anni di assenza, in programma domenica 18 agosto.

Skyrace Valmalenco Valposchiavo
photo credit Giacomo Meneghello

Trenta chilometri, per un dislivello di 2000 metri, con partenza da Lanzada, in località Pradasc, alle ore 8.30, e arrivo nella piazza comunale di Poschiavo intorno alle ore 11. Gli atleti gareggeranno sull’antica via dei contrabbandieri che superavano il confine salendo fino al Passo di Campagneda, a quota 2627 metri, per poi scendere verso Poschiavo. Le iscrizioni sono aperte dal 31 marzo: l’invito agli atleti è di Franco Liver del Comitato organizzatore svizzero: «La Skyrace è una lunga emozione da vivere metro dopo metro, in un ambiente che ti fa battere forte il cuore e ti fa sentire parte di questo mondo, il mondo della montagna. I 30 chilometri sono alla portata, non dico di tutti ma comunque di molti. Il titolo da portare a casa è quello di finisher, ovvero sono arrivato a Poschiavo e forse passando il traguardo mi sono pure commosso ma è stato davvero emozionante».

Fino alla mezzanotte del 28 luglio, ci si potrà iscrivere sul sito internet www.international-skyrace.org al costo di 50 euro. Dal 29 luglio al 6 agosto si salirà a 55 euro e dal 7 al 14 a 60 euro. Le iscrizioni si chiuderanno alla mezzanotte di mercoledì 14 agosto. Per partecipare alla gara è necessario essere in possesso della tessera Fisky. Nella passata edizione, quella dell’atteso ritorno, la Skyrace Valmalenco Valposchiavo aveva raggiunto il record di 300 iscritti.

«L’obiettivo è quello di migliorare ulteriormente – sottolinea il presidente della Sportiva Lanzada Massimo Giordani -: con la partecipazione aumenta l’interesse, non soltanto dal punto di vista sportivo, per una manifestazione che da sempre si caratterizza per l’alto valore simbolico e per l’attività di promozione delle due valli di confine. C’è piena sintonia con gli amici svizzeri e possiamo contare sul sostegno enti pubblici e aziende private: continueremo a lavorare in queste settimane che precedono la gara perché la prossima sia un’edizione da ricordare». Con lo scioglimento della neve sono stati effettuati i primi sopralluoghi lungo il percorso per verificarne lo stato: i successivi approfondimenti riguarderanno la segnatura e la sicurezza.

L’anno scorso, in una piazza comunale assolata e calda, erano stati il ticinese Roberto Delorenzi e la lecchese Francesca Rusconi, grandi favoriti della vigilia, a imporsi. Resistono i record di Marco De Gasperi, 2h32’03”, e dell’inglese Angela Mudge, 3h10’18”, che i migliori atleti in gara tenteranno di battere il 18 agosto dopo il primo tentativo andato a vuoto l’anno scorso per il caldo eccezionale che avevano trovato anche alle quote più alte.

RELATED ARTICLES

Most Popular