Banner alto

Banner alto

Il bergamasco Iacopo Brasi è il nuovo Highlander

Condividi su:

Iacopo Brasi del Pool Alta Valseriana sorpassa tutti i favoriti e vince l'Highlander Run 2016 sul Sentierone, nel centro di Bergamo. Qui la classifica.

Highlander_Run_2016_Iacopo_Brasi_ph_credit_Fabio_Ghisalberti

Iacopo Brasi vince l'Highlander Run – ph. © Fabio Ghisalberti

Definire emozionante una gara come Highlander Run era qualcosa di scontato ma, dopo la settima edizione, si possono solo sprecare gli aggettivi per una competizione che ha fatto uno step verso una nuova dimensione. Gara spettacolare da subito, con l’inattesa e sorprendente eliminazione di uno dei favoriti della vigilia come il senegalese Mor Seck, uscito al primo sprint causa non perfette condizioni fisiche.

Una gara andata poi decisamente in crescendo fino ad arrivare all'ultima volata dove il bergamasco Iacopo Brasi, bravo a correre tutta la gara stando molto attento anche alla tattica, è riuscito a conquistare il titolo di Highlander tra gli applausi. Gara magistrale quella del portacolori della Pool Valseriana, capace di superare atleti di spessore nazionale e internazionale come Marco Losio e Soufiane El Kabbouri.

Luigi Ferraris, una delle anime di questo giovane ma quanto intraprendente comitato organizzatore, non nasconde la gioia per il successo della manifestazione: «Sono quasi commosso per il successo del nostro evento. Sono rimasto prima di tutto sorpreso da quanto numerosa sia stata la risposta del pubblico bergamasco e questo mi inorgoglisce così come tutti i complimenti che io e i miei fantastici collaboratori abbiamo ricevuto lungo ogni metro di transenne. Ringrazio Giove Pluvio che ci ha graziato salvandoci dalla pioggia e dalla grandine permettendoci di realizzare la gara che sognavamo. Per quanto riguarda il lato tecnico, abbiamo assistito ad un piccolo capolavoro di Jacopo Brasi che ha sovvertito tutti i pronostici cogliendo uno strepitoso successo proprio nella sua terra».

Il vincitore Iacopo Brasi ancora non crede a quanto ha realizzato: «Nelle prime volate ho cercato di gestire le mie forze controllando, e solo nelle ultime mi sono portato avanti per giocare le mie carte senza timori reverenziali. L'ultimo sprint è stata un'apoteosi, sono uscito dall'ultima curva non in testa, ho dato poi tutto me stesso per superare i miei coriacei avversari. Emozionato perché tra il pubblico c’erano alcuni miei cari amici venuti apposta a farmi il tifo e averli potuti ripagare con questo trionfo mi gratifica parecchio».

Formula vincente quella della Highlander Run, dove si è saputo abbinare egregiamente atletica e spettacolo, raggiungendo risultati di rilievo. Appuntamento alla prossima edizione con l'ambizione di aggiungere nuovi stimoli per coinvolgere ancora di più la città di Bergamo.

[smart-grid row_height=”150″ mobile_row_height=”150″ captions=”false” title=”false” share=”false”]

[/smart-grid]