Banner alto

Banner alto

La Stralivigno allarga le iscrizioni ad altri 400 runner

La Stralivigno torna il 24 luglio per la 21ª edizione. Altri 100 pettorali a disposizione di chi “correrà” ad aggiudicarseli. Partenza e arrivo allestiti alla pista d’atletica del centro sportivo Aquagranda.

stralivigno
newspower

Stralivigno, ci sei mancata. La conferma arriva dalla velocità con cui i primi 400 pettorali messi a disposizione sono stati tutti prenotati. E così, per accogliere l’entusiasmo dei propri affezionati runner, il comitato organizzatore offre l’opportunità ad altri 100 corridori di iscriversi al trail livignasco. Non stupisce affatto che i primi 400 posti per la gara del 24 luglio siano andati subito sold out.

Sarà la voglia di tornare a correre, sarà l’estate imminente, sarà la possibilità ritrovata di spostarsi in posti meravigliosi come Livigno. Per questo gli organizzatori si sono attivati per portare la quota iscritti, limitata per garantire lo svolgimento in sicurezza, a 500 unità. Le modalità di iscrizione all’evento di trail running di Livigno restano le stesse. Online al prezzo di 30 euro fino al 15 giugno, cifra che passerà a 35 euro dopo quella data e che rimarrà tale sino al 22 luglio, data della chiusura delle iscrizioni online.

stralivigno
newspower

La partenza e l’arrivo della gara sono presso la pista di atletica del centro sportivo Aquagranda. Al momento della partenza l’accesso sarà riservato agli atleti e ai volontari, e sarà d’obbligo il distanziamento di almeno un metro, opportunamente. D’obbligo la mascherina sino ai primi 300 metri della gara, da reindossare poi dopo l’arrivo, zona che sarà riservata ad atleti e addetti ai lavori.

La Stralivigno prevede un percorso di 21 km, che alterna tratti di strada bianca ad altri d’asfalto. Ai punti più erti del percorso si arriva dopo una prima parte caratterizzata da un leggero ma costante dislivello di 450 metri. L’altitudine massima raggiunta è di 2000 metri, partendo dai 1816 metri di Livigno.

Il punto ristoro è posto a metà percorso, in località Tresenda. Sempre per garantire la sicurezza di tutti, la modalità di distribuzione dei prodotti è stata rivista in chiave anti-Covid, privilegiando monoporzioni e contenitori monouso. Il protocollo influisce sul programma che, pur essendo ancora in fieri, non permette lo svolgimento della Mini Stralivigno e della staffetta.