Banner alto

Banner alto

Lovere e la provincia di Bergamo si preparano ad accogliere il Giro d’Italia

Condividi su:

Con la riunione di coordinamento in Prefettura, accelerano i lavori della macchina organizzativa locale. La 16ª tappa del Giro d’Italia partirà da Lovere il 28 maggio 2019 per poi concludersi a Ponte di Legno.

Giro d'Italia a Lovere

Definito il piano operativo in vista del passaggio del Giro d’Italia in terra orobica che vedrà la collaborazione tra forze dell’ordine, autorità locali, sanitari e volontari | ph Quaranta

Manca poco più di un mese al 28 maggio 2019 quando la provincia bergamasca sarà coinvolta dal passaggio del Giro d’Italia. Lo sarà con una delle tappe più spettacolari e per molti aspetti anche decisiva ai fini della classifica finale. I girini partiranno alle ore 10.30 da Lovere. Dopo aver scalato il Passo della Presolana, la Croce di Salven, il passo Gavia (Cima Coppi del Giro) e il Mortirolo, arriveranno a Ponte di Legno.

In vista dell’appuntamento ciclistico e del suo transito in terra orobica, si è svolta oggi presso la Prefettura di Bergamo la consueta riunione di coordinamento per definire gli ultimi dettagli legati alla 16esima Tappa. Quest’ultima sarà lunga 225 chilometri, 36 dei quali interesseranno la provincia bergamasca. Un tratto non eccessivamente lungo ma che dovrà essere gestito con assoluta cura.

Il presidente di Promoeventi Sport Giovanni Bettineschi: «Sono certo che Lovere, e tutti i comuni della bergamasca coinvolti, sapranno ospitare nel migliore dei modi la 16° tappa del Giro d’Italia. Mi sento molto responsabile per la riuscita di questo evento e daremo il massimo per organizzare tutto al meglio e con l’entusiasmo che da sempre ci contraddistingue».

L’intervento di Bettineschi è stata anche l’occasione per ricordare la serata di presentazione della 16° Tappa del Giro che andrà in scena lunedì 29 aprile – alle ore 19.30, presso il teatro Crystal di Lovere – e che vedrà la partecipazione di campioni come i ciclisti Felice Gimondi, Ivan Gotti e Paolo Savoldelli, e con la presenza di Giacomo Agostini, loverese di nascita.

Provincia di Bergamo e Anas interverranno sui tratti più critici della viabilità, tramite il rifacimento dei tratti stradali particolarmente critici e l’implementazione di guardrail.

Lascia il tuo commento