fbpx
martedì, Maggio 28, 2024

Luca Arrigoni e Camilla Spagnol dominano l’International Orobie Skyraid 2023

Orobie Skyraid 2023: Luca Arrigoni e Camilla Spagnol trionfano nella spettacolare gara di skyrunning sul Sentiero delle Orobie

Orobie Skyraid 2023 Luca Arrigoni
Orobie Skyraid 2023 | il vincitore Luca Arrigoni | photo DR Fotografia

Trionfo di Luca Arrigoni e Camilla Spagnol all’Orobie Skyraid 2023

Luca Arrigoni del Team Pegarun e Camilla Spagnol del team Crazy hanno dominato l’International Orobie Skyraid 2023, aggiudicandosi il titolo di campioni italiani di Ultraskymarathon nelle distanze più impegnative. La gara, organizzata da Mario Poletti, ha visto 200 atleti sfidarsi in una cavalcata orobica di 48 chilometri e un dislivello positivo di 3500 metri, con partenza da Valcanale e arrivo a Valbondione.

Una gara tecnica e spettacolare sul Sentiero delle Orobie

L’Orobie Skyraid ha proposto un percorso tecnico e avvincente, attraversando scenari mozzafiato e mettendo alla prova la resistenza e la preparazione dei partecipanti. Dal Rifugio Alpe Corte ai Laghi Gemelli, dal F.lli Calvi al Brunone fino al Coca, il tracciato ha offerto emozionanti sfide di skyrunning. Questa competizione, scelta dalla Federazione Italiana di Skyrunning (FISky) per il secondo anno consecutivo per assegnare il titolo italiano di Ultraskymarathon, è stata una tappa imperdibile per gli appassionati di questa disciplina.

Luca Arrigoni, il nuovo campione dell’Orobie Skyraid 2023

Luca Arrigoni si è confermato una vera forza nella gara, tagliando il traguardo in soli 5 ore, 53 minuti e 5 secondi, aggiudicandosi il titolo di campione italiano di Ultraskymarathon. Il corridore del Team Pegarun ha superato avversari agguerriti, tra cui Francesco Lorenzi del Team Scarpa (2° posto, 6 ore, 18 minuti e 16 secondi) e Moreno Sala del Gsa Cometa (3° posto, 6 ore, 30 minuti e 15 secondi). Seguono nella classifica maschile i local Davide Mazzocchi del Team Pool (4° posto, 6 ore, 33 minuti e 56 secondi) e Nicola Piffari del Gs Alpini Sovere (5° posto, 6 ore, 34 minuti e 17 secondi).

Camilla Spagnol, regina della Orobie Skyraid

Orobie Skyraid 2023 Camilla Spagnol
Orobie Skyraid 2023 Camilla Spagnol Dr fotografia

Camilla Spagnol ha dominato la competizione femminile, vincendo il titolo di campionessa italiana di Ultraskymarathon con un tempo di 7 ore, 47 minuti e 17 secondi. Sul podio delle donne, a seguire Silvia Guerini del Team Canto di Corsa (2° posto, 8 ore, 31 minuti e 3 secondi) e Silvia Boroni del Team Gaaren (3° posto, 8 ore, 35 minuti e 24 secondi). La classifica femminile prosegue con Cinzia Bertasa del Team Bergamo Stars Atletica (4° posto, 8 ore, 51 minuti e 22 secondi) e Cristina Filippini dell’Us Malonno (5° posto, 9 ore, 17 minuti e 33 secondi).

Orobie Skyraid 2023 partenza da Valcanale
Orobie Skyraid 2023 | la partenza da Valcanale | photo DR Fotografia

Oltre l’Orobie Skyraid – La Orobie Skyrace

Accanto all’Orobie Skyraid, si è svolta la Orobie Skyrace, una gara altrettanto emozionante della lunghezza di 22 km, ma non meno spettacolare. Circa 70 atleti si sono cimentati in questa avvincente competizione, affrontando un percorso con un dislivello positivo di 2200 metri, che ha regalato emozioni mozzafiato.

Carlo Curnis e Silvia Zanchi sul gradino più alto del podio

Carlo Curnis e Silvia Zanchi, entrambi del team Elle Erre Asd, si sono aggiudicati il gradino più alto del podio nella Orobie Skyrace. Carlo Curnis ha completato la gara in un tempo straordinario di 3 ore, 14 minuti e 5 secondi, dimostrando una performance eccezionale. Silvia Zanchi ha conquistato la vittoria nella competizione femminile, tagliando il traguardo in 4 ore, 30 minuti e 51 secondi.

Podio maschile

A seguire nella classifica maschile, al secondo posto dietro Carlo Curnis si è piazzato Michele Valoti del Team Gaaren, che ha concluso la gara in 3 ore, 22 minuti e 2 secondi. L’inglese Harry Bolton, rappresentante del Keswick AC, ha raggiunto il terzo posto con un tempo di 3 ore, 29 minuti e 20 secondi.

Podio femminile

Nella classifica femminile, a seguire Silvia Zanchi, al secondo posto si è piazzata Nicole Ruggieri, del Team Gaaren, che ha completato la gara in 4 ore, 36 minuti e 9 secondi. Tiziana Bianchini, del Team Legnami Pellegrinelli, si è aggiudicata il terzo posto con un tempo di 4 ore, 44 minuti e 55 secondi.

Una sfida avvincente

La Orobie Skyrace ha proposto un percorso affascinante, con partenza da Fiumenero e ripercorrendo la seconda parte della gara regina. La competizione ha avuto inizio con una salita impegnativa che ha portato i partecipanti al rifugio Brunone, per poi continuare per 10 km sul “sentiero basso” riqualificato da Mario Poletti appositamente per l’evento, fino a raggiungere il Rifugio Coca. Gli atleti hanno dato il massimo per affrontare i tratti tecnici e i dislivelli, vivendo un’esperienza emozionante sulle Orobie.

Classifica Orobie Skyraid 2023

Consultabile qui la classifica completa di Orobie Skyraid 2023 e Orobie Skyrace 2023.

Orobie Skyraid 2023
Orobie Skyraid 2023 | photo DR Fotografia

L’impegno per la sicurezza

L’organizzazione di Orobie Skyraid 2023 ha posto particolare attenzione alla sicurezza dei partecipanti, grazie anche al prezioso supporto del Soccorso Alpino. Questo ha permesso a tutti gli atleti di vivere l’emozione della gara in totale sicurezza, concentrandosi solo sulla sfida sportiva e sulla bellezza paesaggistica delle Orobie. La Fly-Up e Mario Poletti hanno dimostrato ancora una volta la loro dedizione allo sport e al territorio, rendendo la Orobie Skyraid un evento indimenticabile per tutti gli appassionati di skyrunning.

Emozioni in prima persona: le voci dei campioni dell’Orobie Skyraid 2023

Luca Arrigoni: la soddisfazione del campione

«Sono ancora incredulo! È stata tosta, ho cercato il ritmo fin da subito e ho sentito che le gambe rispondevano bene, anche se sinceramente non pensavo di poter farcela, soprattutto dopo l’impegno delle ultime settimane in altre gare. Ma è andata alla grande, ho preso subito un buon margine e ho cercato di gestire al meglio ogni momento della competizione. L’organizzazione “alla Poletti” è davvero una garanzia, e la scelta del percorso di 48 km con partenza da Valcanale è stata perfetta, perché ci ha subito immersi nell’essenza della gara», con queste parole esprimo la mia gioia e soddisfazione Luca Arrigoni, nuovo campione italiano di Ultraskymarathon.

Camilla Spagnol: emozioni sulle Orobie

«Che esperienza meravigliosa! È stata una gara bellissima. Essendo veronese, le Orobie non sono una meta usuale per me, ma oggi ho voluto godermi appieno questa giornata straordinaria. Sono dovuta resistere alla tentazione di fermarmi e scattare qualche foto durante il percorso mozzafiato! Il mio obiettivo era non affaticarmi troppo, considerando le tre settimane intense che mi attendono dal punto di vista atletico. Ho gestito la gara fin dall’inizio e mi sono goduta ogni istante», queste sono le emozionanti parole di Camilla Spagnol, regina dell’Orobie Skyraid 2023.

Mario Poletti: un’edizione speciale e sicura

«Questa edizione dell’Orobie Skyraid è stata davvero speciale. Abbiamo puntato moltissimo sulla sicurezza e voglio ringraziare di cuore gli uomini del Soccorso Alpino che hanno svolto un lavoro eccezionale. Hanno dimostrato grande tempestività deviando prontamente gli ultimi 30 concorrenti della lunga a causa di un forte temporale, evitando loro tre chilometri di percorso rischioso. La nostra Fly-Up promuove lo sport da ben 17 anni e questa è una delle tante dimostrazioni del nostro impegno verso il territorio», queste le parole di Mario Poletti, presidente della società organizzatrice, che si mostra orgoglioso e grato per l’entusiasmo e il coinvolgimento che ha caratterizzato l’edizione di quest’anno.

Enula Bassanelli

RELATED ARTICLES

Most Popular