giovedì, Agosto 18, 2022

Maga Skymarathon, anche il Rifugio Capanna 2000 in Arera attende pubblico e corridori

Il primo settembre in Val Serina è in programma la Maga Skymarathon, una delle gare più dure del settore, dai panorami vertiginosi sulle vette di Menna, Arera, Grem e Alben. Innumerevoli possibilità di seguire lo svolgimento della competizione sia dai rifugi sia da Zambla e da Oltre il Colle, e poi al traguardo di Serina.
Mercoledì 21 agosto 2013 – Ancora dieci giorni di attesa per l’evento sportivo che attirerà in Val Serina i corridori del cielo: la Maga Skymarathon di domenica primo settembre. Alcuni gruppi di volontari sono all’opera proprio in queste ore per sistemare alcuni tratti del percorso interessato dalla gara.
Il pubblico ha diverse possibilità per seguire i runner. Innanzitutto dal paese di Oltre il Colle, da dove, muniti di cannocchiale, si può osservare buona parte del tracciato. Ci si può inoltre recare al Passo di Zambla, dove gli atleti della mezza transiteranno dalle ore 10,30 circa, mentre i primi concorrenti della lunga intorno alle ore 11,00. Verrà invece allestito a Serina il quartier generale della Maga: presso il Palazzetto dello sport il race office, il pranzo, le docce e i massaggi; al Piazzale del Mercato l’arrivo della gara, il ristoro finale e le premiazioni.
Anche il Rifugio Capanna 2000, situato ai piedi del massiccio del Pizzo Arera, è un ottimo punto di osservazione: «La Maga Skymarathon è un evento che valorizza le nostre montagne – commenta Patrizia Sirtoli, titolare, insieme al marito, del rifugio – sono molto contenta che quest’anno venga riproposta dopo lo stop. Per noi è motivo di orgoglio poter ospitare la manifestazione.» Al rifugio i primi corridori della skymarathon passeranno intorno alle ore 9,00 mentre quelli della mezza alle ore dieci circa. Ma già dal giorno prima la struttura è pronta ad accogliere gli appassionati della montagna: «La sera della vigilia prepareremo la cena agli organizzatori, ma sono invitati tutti quanti, si festeggerà con possibilità di pernottamento. La domenica il rifugio funziona come sempre e per gli atleti metteremo a disposizione un ristoro ben fornito.» Il numero per contattare i rifugisti è 0345-95096.
Un altro valido motivo per assistere alla gara nella zona del Pizzo Arera è approfittare dell’occasione sportiva per compiere un’escursione e ammirare l’unicità della flora presente sul territorio. Nonostante nel mese di settembre la stagione sia piuttosto inoltrata, lungo il “Sentiero dei Fiori Claudio Brissoni” saranno ancora presenti alcune fioriture in tutto il loro splendore: quelle di Stella alpina, Campanula raineri, Silene elisabethae, Linaria tonzigii e Genzianella germanica.
Menna, Arera, Grem e Alben, le alte vette che abbracciano la Val Serina, verranno affrontate nei 40 chilometri di percorso della skymarathon (con ben 3000 metri di dislivello positivo). Per chi vuole misurarsi su una distanza più breve, è in programma anche la skyrace di 25 chilometri (in questo caso il dislivello in salita è di 1500 metri).
Le iscrizioni si effettuano sul sito www.magaskymarathon.it. Ricordiamo che il pacco gara comprende abbigliamento tecnico firmato 4810.

Tutte le informazioni su www.magaskymarathon.it
ufficio stampa montagnaexpress.it

Credit photo cammminandopermonti.it

ARTICOLI CORRELATI

Most Popular