giovedì, Agosto 11, 2022

Mamleev e Kirchlechner campioni italiani orienteering middle distance

I 2 azzurri Meranesi hanno pienamente rispettato il pronostico sotto gli occhi attenti del C.T. della Nazionale, Jaroslav Kacmarcik. Dietro di loro, in campo maschile, il trentino Roberto Dallavalle e Klaus Schgaguler. Fra le donne 2^ Nicole Scalet e 3^ Heike Torggler.
La prova si è disputata nel Parco Regionale di Carrega e ha visto circa 700 concorrenti al via, provenienti da tutta Italia. Fortunatamente la manifestazione è stata risparmiata dal maltempo. L’appuntamento è stato organizzato dal CUS Parma, sezione orienteering, coordinato da Andrea Visioli.
Mamleev ha vinto nettamente rispettando il suo curriculum (Campione Europeo, 2° e 3° al Mondiale) e rilanciando la sua candidatura ad una maglia da titolare ai prossimi impegni internazionali.
“Sono partito subito bene ed avevo la giusta forma per vincere – il commento del nuovo campione italiano – avevo avversari preparati ed agguerriti. Questo terreno mi ha ricordato quello della Russia, su cui gareggiavo 10 anni fa. Dopo questo successo posso concentrarmi sui prossimi impegni come i Campionati Mondiali di questa estate”.
Al secondo posto un sorprendente Roberto Dallavalle che per un attimo è parso in grado di ottenere il titolo. “33 secondi di distacco sono tanti dal mio punto di vista ma effettivamente ho saputo correre bene. Nel finale ho visto davanti a me Emiliano Corona (atleta del GS Forestale) ed ho dato tutto per riuscire a raggiungerlo. Nel complesso posso recriminare solo su un paio di errori”.
Onore al vincitore da parte della medaglia di bronzo Schgaguler: “In questo momento non posso andare più forte di così, magari a maggio sarò più competitivo”.
Christine Kirchlechner: “Non ricordo quanti titoli italiani ho vinto con precisione, ma la cosa importante per me è saper trovare sempre motivazioni per essere soddisfatta di me stessa. Su questo terreno mi sono trovata subito a mio agio e solo verso il finale ho rischiato di perdere la concentrazione, ma fortunatamente tutto è andato per il verso giusto”.
Seconda la trentina Nicole Scalet, giunta al traguardo con il braccio sinistro infortunato a causa di una caduta in bosco. “Nel finale ero sfinita e non avevo più la brillantezza per sprintare. Il mio bilancio è comunque positivo perchè un anno fa di questi tempi non stavo affatto bene. Ora le cose vanno meglio e posso pensare a tornare alle gare ad alto livello”.
Bronzo all’altoatesina Heike Torggler, 2 volte mamma. “Non credevo di essere così avanti con la condizione atletica”.
Molte le autorità presenti all’evento a partire dal Presidente federale Mauro Gazzerro: “Un grande evento, ottimamente riuscito e che promuove al meglio la nostra disciplina. Un perfetto connubio tra Istituzioni, Enti, e partner privati”.
Sono intervenuti inoltre il Sindaco di Sala Baganza, Cristina Merusi, l’Assessore allo Sport, Gabriele Carpena, l’Assessore provinciale Walter Antonini, Gianpiero Anreatta, responsabile dei Gruppi Sportivi Forestali, Francesco Vacca del Cus Parma e Mauro Fizzoni, Delegato Regionale Fiso.
“Un ringraziamento speciale – ha concluso l’organizzatore Visioli – va allo staff dei volontari che ha lavorato alacremente per riuscire a far fronte a tutte le difficoltà logistiche e metereologiche”.
Info dal sito della Federazione Italiana Sport Orientamento: www.fiso.it

ARTICOLI CORRELATI

Most Popular