Banner alto

Banner alto

Marco De Gasperi e Debora Cardone vincono il Val Bregaglia Trail

Condividi su:

Sugli antichi sentieri all’ombra del Badile… Cronaca di un successo annunciato per il Val Bregaglia Trail: tre gare con partenza e arrivo a Chiavenna.

Val_Bregaglia_Trail_Ph_Torri_e_Menino DE_GASPERI_CASCATA

Marco De Gasperi conquista il Val Bregaglia Trail

Sport, valorizzazione del territorio, riscoperta di antichi sentieri e oltre 300 runner entusiasti sono il positivo bilancio del primo Val Bregaglia Trail. Tre gare, tre differenti distanze, per un unico grande spettacolo per la prima tappa del Fidal Mountain and Trail Running Gran Prix 2016. Scommessa vinta per l'Asd Amici Madonna della Neve Lagünc, la stessa società che organizza il Kilometro verticale di Chiavenna, il chilometro dei record. Al fianco di Nicola Del Curto e il suo staff, con il preciso intento promuovere una sentieristica di mezza costa che regala scorci da cartolina, vi sono Gp Valchiavenna, Consorzio di Uschione, Pradella, Saranga, Villa, Savogno e Crana. Non solo, hanno dato la loro massima disponibilità anche Cai, Turismo Bregaglia e Cas Bregaglia.

Con partenza e arrivo in Piazza Pestalozzi, nel centro storico di Chiavenna, diversi campioni e il popolo del trail running ha attraversato Piuro, Villa di Chiavenna e Bregaglia prima di ripuntare il traguardo ed essere accolto da un caloroso pubblico.

TRAIL – Il sei volte iridato della corsa in montagna Marco De Gasperi e la polivalente atleta piemontese Debora Cardone hanno griffato la prima edizione della maratona che prevedeva uno sviluppo di 41 km con 2758 m di dislivello positivo. Esito tutt’altro che scontato al maschile, visto l’elevato livello della concorrenza. Il campione della Forestale Roma ha controllato i diretti avversari nella prima parte di gara per poi allungare sulla salita verso Soglio e presentarsi in solitaria sotto la finish line con il tempo di 3h44’39”. Sul podio con lui anche il bresciano Alessandro Rambaldini -3h50’05”- e il comasco Fabio Ruga -3h50’19”-. Cavalcata solitaria al femminile con una super Debora Cardone vittoriosa in 4h32’00” sulla bresciana Barbara Bani – 4h40’41”- e la comasca Ilaria Bianchi -4h57’43”-.

Val_Bregaglia_Trail_Ph_Torri_e_Menino PODIO_WOMAN_Cardone_Bani_Bianchi

Il podio femminile del Val Bregaglia Trail

HALF TRAIL – Il forestale Emanuele Manzi ha subito rotto gli indugi sui 21.9 km della mezza maratona che in pratica ripercorreva la parte conclusiva della prova principe. Per lui successo di giornata in 1h38’44” sul locale Michele Penone -1h49’22”- e sul valtellinese di Ardenno Dario Songini -1h52’24”-. Al femminile bel sigillo che vale anche da conferma sul suo enorme potenziale per la lariana Arianna Oregioni -2h08’16”- che ha messo dietro l’altra lariana Elena Peracca -2h24’29”- e la milanese Lara Silvestri – 2h25’22”-.

STAFFETTA – Campioni e molti runner anche nella staffetta che ha visto il primo frazionista percorrere 19.2 km prima di dare il touch al proprio partner che, lanciandosi sui successivi 21.9 km, ha puntato dritto la torcida di Piazza Pestalozzi a Chiavenna. Qui applausi a scena aperta per le coppie vincitrici: i morbegnesi Marco Leoni – Stefano Sansi -3h38’35”- e l’equipe composta dall’ex azzurra Elisa Sortini e dalla vice campionessa mondiale di corsa in montagna Emmie Collinge – 4h17’24”-.

Ph. © Maurizio Torri e Fabio Menino

[smart-grid row_height=”150″ mobile_row_height=”150″ captions=”false” title=”false” share=”false”]

[/smart-grid]