fbpx
martedì, Settembre 26, 2023

Mezza Maratona di Bergamo, tutto pronto per la terza edizione

Il comitato organizzatore incontra la città nella conferenza stampa di presentazione della terza Mezza Maratona dei Mille “Città di Bergamo”. Dopo la conferma del raggiungimento delle iscrizioni dell’ultima edizione si punta a un miglioramento, per una gara che sembra destinata a diventare una classica. Tra i top runner sfida tra l’africa nera del Rwanda e il Maghreb marocchino, dove potrebbe infilarsi il bergamasco Giovanni Gualdi, decisamente in forma nelle ultime competizioni.

Bergamo Hal Marathon 2014_passaggio mura

Bergamo, 23 settembre 2015 – L’organizzazione della Mezza Maratona di Bergamo, nella location della Domus Bergamo, ha dato il via al conto alla rovescia verso la manifestazione di domenica 27 settembre, raccontando gli ultimi dettagli nella conferenza stampa di questa mattina.

Ad aprire i lavori Giovanni Bettineschi: «Siamo arrivati al terzo anno – racconta il numero uno dell’organizzazione – e abbiamo intenzione di continuare a promuovere la nostra città nel modo migliore, attraverso lo sport, ma anche di continuare a crescere. Con le iscrizioni siamo già a buon punto per pareggiare e superare il risultato della scorsa edizione». L’obiettivo è superare la quota di 1.339 iscritti dello scorso anno, e gli organizzatori sono ottimisti. Il discorso di Bettineschi tocca poi l’argomento della certificazione Iso, acquisita grazie alla partnership con Eco Race di Luca Lamera, co-organizzatore della maratonina bergamasca, che certifica un’organizzazione della gara puntata alla sostenibilità.

Nuovo percorso
Bergamo Hal Marathon 2015 conferenza bourifa bettineschi Photo credit Marco QuarantaMa quando si parla del tracciato rinnovato la parola passa al direttore di gara, il quattro volte campione italiano di maratona Migidio Bourifa: «Abbiamo cambiato il percorso per stare più compatti al centro della città – spiega Bourifa – e speriamo che questo significhi essere più vicini al tifo dei nostri concittadini, senza contare che così non toccheremo gli assi interurbani più trafficati». Riguardo alla crescita della gara Bourifa esprime una opinione generale del comitato organizzatore: «Più che crescere a livello numerico ci piacerebbe diventare una gara che contagi per entusiasmo e passione, e che lasci un bel ricordo della giornata sia a chi tifa che a chi viene a correre».

A sottolineare la vicinanza del Coni il presidente provinciale Giuseppe Pezzoli: «Abbiamo chiesto alla Mezza Maratona di Bergamo e agli eventi sportivi a cavallo tra settembre e ottobre di far parte dell’iniziativa ‘Sport contro la violenza di genere’ e il comitato della Mezza di Bergamo ha accettato volentieri di entrare a far parte del circuito e noi ne siamo davvero lieti». A rappresentare l’amministrazione comunale il consigliere Ezio Deligios, in sostituzione dell’assessore allo sport Loredana Poli assente per un impegno istituzionale: «Il lavoro della mezza maratona di Bergamo cresce di anno in anno dando alla nostra città una visibilità sempre più importante, ragion per cui il Comune vuole essere al fianco dell’organizzazione».

Bergamo Hal Marathon 2015 conferenza Photo credit Marco QuarantaAltri interventi da parte di Denis Flaccadori, assessore allo sport della Provincia di Bergamo, e Patrizio Previtali di Ubi Banca, da sempre sponsor della manifestazione. Infine Paolo Franco, presidente di UniAcque che ha ricordato l’installazione di tre “casette dell’acqua” nei pressi di altrettanti ristori lungo il tracciato della Mezza Maratona di Bergamo: «La nostra acqua è pura e controllata quotidianamente, e siamo felici di schierarci con la maratonina per dare un servizio e un valore aggiunto alla manifestazione». Un’azione concreta verso la sostenibilità ambientale.

Top runner
Riprende infine la parola Migidio Bourifa per presentare i top runner che incroceranno le scarpette da corsa alle ore 9.30 di domenica 27 settembre alla partenza dal piazzale della Fara. La sfida sarà principalmente su due nazioni, Rwanda e Marocco. A rappresentare il primo paese ci saranno Jean Pierre Mvuyekure, fresco del secondo piazzamento nello scorso week end alla Mezza di Forte dei Marmi, e Jean Marie Uwajeneza Vanney, che settimana scorsa ha trionfato all’Ivrea-Mambrone. Di origini marocchine, ma ormai italiani di adozione, Abdelhadi Tyar e Ahmed Nasef, rispettivamente primo e secondo classificato alla maratonina di Castel Rozzone di inizio mese. «Noi siamo sportivi e tifiamo il migliore – conclude Bourifa – ma un incitamento particolare lo riserveremo all’enfant du pais Giovanni Gualdi, che sta vivendo una seconda giovinezza atletica». Infatti, da quando il runner bergamasco ha lasciato il gruppo sportivo delle Fiamme Gialle per difendere i colori del Corrintime Team segna tempi di tutto rispetto e a 36 anni c’è ancora tempo per sognare il podio nella gara di casa.

(Ph credit: Marco Quaranta)

ARTICOLI CORRELATI

Most Popular