Banner alto

Banner alto

Mondiali di scialpinismo Alpago Piancavallo: condivisione sul territorio e collaborazione con l’Esercito

Condividi su:

Dopo la presentazione alla fiera Skipass di Modena si riprende a lavorare. Diego Svalduz, presidente del comitato organizzatore dei campionati del mondo di scialpinismo Alpago Piancavallo 2017:«Sarà un mondiale di tutti, massima condivisione del progetto nei territori dell’Alpago e del Piancavallo».

transcavallo_2016_alpago_skialp_foto_areaphoto

areaphoto

Lo scorso weekend, in occasione della fiera Skipass a Modena, all’interno degli eventi proposti dalla Fisi (Federazione italiana sport invernali) il comitato organizzatore dei mondiali di scialpinismo Alpago Piancavallo 2017 ha presentato la settimana iridata in programma dal 23 febbraio al 2 marzo 2017. Il campionato del mondo che si svolgerà seguendo le direttive della Ismf (International skimountaineering federation) abbraccerà due regioni, il Veneto e il Friuli Venezia Giulia, e due province, Belluno e Pordenone. Una sinergia vincente che vede impegnati due territori montani come l’Alpago e il Piancavallo, territori uniti dalla condivisione delle montagne che li collegano.

Ad accompagnare la delegazione coordinata da Diego Svalduz, presidente del comitato organizzatore, l’onorevole Roger De Menech, ed Enzo Sima, direttore del polo sciistico di Piancavallo e consigliere nazionale della Fisi. Nelle piste del comprensorio sciistico friulano si assegneranno, nella seconda parte del programma iridato, le medaglie della Vertical Race, della Sprint Race e della Staffetta. «Avere un partner così importante come il polo sciistico di Piancavallo – ha detto Diego Svalduz – è fondamentale, inoltre alla guida del comprensorio c’è un amico come Enzo Sima. Sima, con la sua visione da uomo di federazione e con la sua professionalità dovuta a tanti anni di lavoro sulle piste da sci, è un punto di riferimento per tutti gli aspetti organizzativi.»

«Dopo la presentazione di Modena, – ha continuato Svalduz – con il resto del comitato ci siamo subito riuniti per proseguire i lavori che ci porteranno verso la cerimonia d’inaugurazione prevista per giovedì 23 febbraio. Stiamo lavorando affinché il mondiale sia un evento condiviso e conosciuto da tutti, oltre a promuovere i nostri territori a livello internazionale, vogliamo che la nostra gente, sia in Alpago sia a Piancavallo, partecipi attivamente e sia orgogliosa di poter ospitare un evento così importante tra le proprie montagne. Ritornando alla presentazione dei mondiali vorrei personalmente ringraziare il colonnello Marco Mosso e gli azzurri dello scialpinismo del centro sportivo Esercito. Con l’Esercito abbiamo uno stretto rapporto che nasce, grazie al colonnello Del Favero, nel 2009 in occasione dei campionati europei. In vista dei mondiali abbiamo avviato la procedura burocratica per avere al nostro fianco gli alpini; i militari, saranno impegnati, sia negli aspetti più tecnici, come la tracciatura e la messa in sicurezza dei percorsi sia negli aspetti logistici sul territorio».