Banner alto

Banner alto

Mtb orientamento a Calliano: Dallavalle chiude con una doppietta e centra il tricolore

Condividi su:

La migliore annata della carriera, quella che gli ha regalato l’iride, non poteva che concludersi con un titolo italiano e la vittoria nella finale di Coppa Italia per Luca Dallavalle, che ha dominato il week-end di mountain bike orienteering andato in scena a Calliano (Tn) e dintorni.

Luca Dallavalle. Ph: Cannistrà-Pedri

Luca Dallavalle. Ph: Cannistrà-Pedri

Gran chiusura dunque per il 28enne di Croviana, che ha posto il sigillo ad una super stagione proprio nell’appuntamento organizzato dal suo sodalizio di appartenenza, il Gronlait Orienteering Team, aggiudicandosi sia il campionato italiano middle del sabato, sia l’ultima prova long distance di Coppa Italia, mettendosi al collo pure l’alloro del massimo circuito nazionale.

Una due giorni che il campione solandro ha gestito con determinazione e concretezza, grazie al suo eccezionale stato di forma, seppure inattivo con la cartina da più di un mese, e alla sua capacità di interpretare le insidie dei due tracciati di gara. Nella middle del sabato ha concluso la sua prova con il tempo di 51’39”, riuscendo a chiudere il percorso con 5 secondi di vantaggio sul forte rivale brianzolo Giaimme Origgi, mentre a 49 secondi ha terminato Riccardo Rossetto del Misquilenses. Ovvero le tre medaglie tricolori 2015.

Perentoria l’affermazione di Dallavalle anche nella sfida long di domenica valida per la Finale di Coppa Italia, con passaggi anche nel bosco della città sopra Volano. Il solandro ha chiuso dopo 1h15’44”, precedendo il primierotto del Pavione Piero Turra, ad oltre 7 minuti, quindi Riccardo Rossetto a 9 minuti. Squalificato invece Origgi.

Laura Scaravonati. Ph: Cannistrà-Pedri

Laura Scaravonati. Ph: Cannistrà-Pedri

Se Dallavalle è stato l’assoluto trionfatore nella categoria élite maschile, lo ha imitato in versione ladies la forestale di Casalmaggiore Laura Scaravonati che ha centrato una doppietta pure lei in entrambe le sfide. In entrambi i casi davanti a Milena Cipriani del Panda Orienteering e sulla compagna di squadra Giulia Zoppè.
Sia Dallavalle, sia la Scaravonati sono poi saliti sul podio finale della Coppa Italia, seppure numerose assenze per concomitanza con la Coppa del Mondo. Nella graduatoria 2015 Dallavalle è terzo, la Scaravonati seconda.

Tornando alla gara tricolore Middle i nuovi campioni italiani rispondono al nome di Marco Zen nella direct 1, di Daniele Tomaselli nella esordienti, Ruggero Schiavi Cappello nella M13/14, Niccolò Schiavi Cappello nella M15/17, Alessio Dalfovo nella M19/20, Daniele Sacchet nella M40, Dario Farronato nella M55, Michela Tomaselli nella W15/17, Katia Dalmolin nella W19/20, Paola Bassani nella W40. Nella sfida long di Coppa Italia successi invece per Stefano Pozzan nella direct1, Daniele Tomaselli nella esordienti, i fratteli Schiavi Cappello nella M13/14 e 15/17, Alessio Dalfollo nella M19/20, Michele Mogno nella M40, Giuseppe Simoni nella M55, Andrea Bragato nella MA, Michela Tomaselli nella W19/20, Maria Piffer nella W40, Licia Kalcich nella W55 e Camilla Caserotti nella WA.

La due giorni si è chiusa in quel di Calliano con tutte le premiazioni, alle quali erano presenti anche il presidente della FISO Mauro Gazzerro, il presidente del Coni provinciale Giorgio Torgler, nonché il presidente del sodalizio organizzatore Roberto Sartori, ma soprattutto con una super festa per il campione del mondo Luca Dallavalle, che nel 2015 ha vinto il titolo nella sprint, l’argento nella middle, il bronzo nella long, terzo nella generale di Coppa del Mondo e secondo nel ranking mondiale.