Banner alto

Banner alto

Nuovissimo ipertrail “in autonomia” alla Corsa della Bora 2017

Condividi su:

Un tracciato di 164 km nel Carso con una formula nuova per l’Ipertrail che si disputerà il 6 gennaio 2017 per la Corsa della Bora.

corsa_della_bora_2016_trieste_crediti_asd_sentiero_uno

La Corsa della Bora è alla sua seconda edizione e già porta con sé rilevanti novità: percorsi rivisti e riformulati e un inedito tracciato Ipertrail con caratteristiche particolari. Per l’anno 2017 è stata inserita infatti una gara di 164 km con 5500 m di dislivello, resa durissima dalla formula “in autonomia”.

In cosa consiste questa nuova formula? Non sono previsti ristori per gli atleti, ma solo una cassa ogni 20 km in cui i runner troveranno alcuni generi precedentemente selezionati. La corsa potrà essere affrontata anche in team o, solo per ipertrailers esperti, in staffetta. Il percorso si snoda sui sentieri, in alcuni tratti non battuti, del Carso triestino, tracciando un anello che toccherà le vette al confine tra Slovenia e Croazia.

Anche le competizioni S1 Half e S1 Trail sono state aggiornate: entrambe, l’una con 21 km e 400 m D+ e l’altra di 57 km e 2500 m D+, si correranno su tracciati ridisegnati secondo i suggerimenti dei partecipanti dell’edizione precedente; eliminati tutti i tratti su strada, il finale sarà spettacolare, in spiaggia, sugli scogli. Mille gli iscritti alla competizione friulana organizzata da asd Sentierouno e già sold out. Partenze il 6 gennaio 2017 da Opicina, Pese e Sistiana con arrivo a Porto Piccolo attraverso il ciglione carsico. Nella 57 km annunciati al via Luca Carrara e Nicola Bassi.

La seconda edizione della Corsa della Bora fa parte del primo circuito mondiale di trail ITRA, è gara qualificante per l’Ultra Trail de Mont Blanc e rientra tra le competizioni del circuito Run The World, nonché membro dell’Associazione Italiana Ultra Maratona e Trail IUTA.