Banner alto

Banner alto

Ritorna la Padre e Figlio Triveneto, pedalata benefica che unisce le generazioni

Condividi su:

Appuntamento a Jesolo (Venezia) per domenica 18 marzo 2018. Al via, insieme alle due figlie, anche l’iridato di Varese 2008 Alessandro Ballan.

ph-FOTO-STUDIO-2000-FONZASO

Dopo il successo della prima edizione, quando lo scorso anno furono oltre 200 le coppie al via, ritorna anche in questo 2018 la Padre e Figlio Triveneto, manifestazione promozionale,quindi aperta tutti, dedicata a bambini e ragazzi dai 7 ai 16 anni, insieme a un adulto, proposta dal Team 71, società che si è formata nel 2017 e che è composta da ex ciclisti del Triveneto nati appunto nel 71, e da Cycling for Life, società padovana costituita da appassionati che pedalano per raccogliere fondi in favore dei bambini affetti da malattie rare. L’appuntamento è per domenica 18 marzo, a Jesolo (Venezia), Parco Grifone di piazza Milano. La formula è semplice: le coppie, formate da un genitore e un figlio, o figlia, si confronteranno su un tracciato di 3,7 chilometri, completamente chiuso al traffico. Il via è previsto per le 10 e le diverse coppie partiranno ogni 30”.

«Dopo la prima edizione, che ha avuto una risposta ottima a tutti i livelli, ci siamo rimessi al lavoro con grande entusiasmo per questo evento che vuole essere un’occasione per vivere il ciclismo in maniera divertente ma anche un’opportunità di condivisione» dicono Marino Ongarato e Paolo Squizzato, rispettivamente presidente del Team 71 e presidente di Cycling for Life. «Come già nel 2017, anche quest’anno il ricavato andrà ad Adele, una bambina affetta da una malattia rara come la Sma, e al Girotondo – struttura per disabili di Jesolo. Un grande grazie dobbiamo rivolgere, oltre ai tanti sponsor e ai tanti volontari che ci danno una mano, anche all’amministrazione comunale di Jesolo, che ci sta supportando a trecentosessanta gradi».

Tante le iscrizioni già pervenute alla Padre e Figlio Triveneto. «Ci piace sottolineare l’adesione di una famiglia inglese, venuta a conoscenza dell’evento tramite il web, e quella di Alessandro Ballan. L’ex professionista trevigiano il 18 marzo sarà al via insieme alle due figlie. Questa presenza, che segue quella di un altro iridato, Moreno Argentin, a Jesolo lo scorso anno, non può che renderci orgogliosi».