fbpx
lunedì, Novembre 28, 2022

Pamela Belotti sul podio della Pisa Half Marathon, bene Andrea Anselmi nella 42

Pisa, 15 dicembre 2013 – Pisa Marathon e Pisa Half Marathon, due eventi che hanno fatto registrare complessivamente 2195 partenti. Per quanto riguarda i risultati, partiamo dalla mezza maratona che ha visto salire sul podio la bergamasca Pamela Belotti dell’Atletica Valle Brembana, terza donna in 1h22’56”. La vittoria rosa è andata a Sarah Louise Cumber in 1h22’17”, seconda Zsanett Kis in 1h22’38”. La Half Marathon è stata vinta da Paolo Gallo di Brooks Team Italia in 1h08’57” su Mirko d’Andrea di Nuova Atletica Isernia in 1h10’41” e Andrea Lazzarotti dell’Atletica Massa Carrara in 1h11’52”.
Passiamo ai risultati della 42 km dove il più veloce è stato il trentino Massimo Leonardi del Gs Valsugana Trentino in 2h20’39”, secondo Jilali Jamali di Gp Parco Alpi Apuane in 2h26’25”, terzo Andreas Strassner di Esy Treuchtlingen in 2h26’29”. Evidenziamo l’ottava posizione assoluta dell’orobico Andrea Anselmi dei Runners Bergamo in 2h34’37”. Tra le donne ha vinto Holly Rush in 2h41’52” su Paula Claudia Todoran in 2h43’17” e su Ilaria Zaccagni che completa il podio in 2h47’18”.

Ecco il resoconto della giornata:
(Pisa) – Un italiano torna nell’albo d’oro della PisaMarathon. Questa mattina in piazza dei Miracoli, all’ombra della Torre Pendente, nel sole pisano, è arrivata la vittoria di Massimo Leonardi (Gs Valsugana Trentino) con un buon 2h20’39” come tempo finale. Tra le donne successo per l’inglesina Holly Rush, favorita della vigilia, prima in 2h41’50”.
Una grande festa oggi in quel di Pisa per i 2195 partiti ufficialmente per questa 15esima edizione, suddivisi tra la distanza olimpica di maratona e la half marathon. Nella mezza distanza sono arrivati in 1185. Atleti arrivati da tutto il mondo, un evento sportivo che ha catalizzato l’attenzione di tutta la città.
Leonardi, trentino di Moena, è stato quest’anno e l’anno scorso il primo italiano alla maratona di Firenze e oggi ha staccato di 5’46” il marocchino Jamali Jilali del G.s Parco Alpi Apuane arrivato con un ritardo di 5’46” (2h26’25”) ed il tedesco Andreas Strassner in 2h26’29”: “Temevo il marocchino Jilali più di tutti, è un osso duro, un atleta nervoso con suoi repentini cambi di ritmo – ha commentato emozionato il vincitore – Ho corso a Firenze solo tre settimane fa dunque non sapevo se avevo recuperato bene tutte le energie. Ho preferito dunque stare coperto per farmi tirare dal gruppo fino al trentesimo chilometro. Al 35° siamo rimasti io e Jilali, ho provato ad incrementare il ritmo, sentivo di poter dare di più rispetto a quanto stavamo andando. Ho accelerato e ho visto che non ha risposto al mio attacco rimanendo arretrato. Ho tenuto fino alla fine senza alcun cedimento e sono davvero contento di aver colto questo successo a Pisa. Qui già ero arrivato terzo nel 2004 dietro a due keniani. Chiudere l’anno con una vittoria qui a Pisa è davvero fantastico e per me è un grande stimolo per fare bene nel 2014”. Quinto il tre volte campione del mondo della 100km Giorgio Calcaterra in 2h28’32”.
Tra le donne successo della 36enne Holly Rush già 18esima alla maratona dei campionati europei di Barcellona 2010, che cercava e ha trovato in Pisa una maratona velocissima e piatta per poter fare un crono che la proiettasse tra le possibili candidate con la maglia della nazionale inglese agli europei del 2014. Ha vinto davanti alla rumena Paula Claudia Todoran seconda in 2h43’17” e a Ilaria Zaccagni terza con 2h47’18”.
Si è corsa anche la mezza maratona che ha registrato la conquista del primo gradino del podio da parte di Paolo Gallo (Brooks Team Italia) in 1h08’57”: “Sono felice di questa vittoria, non correvo una mezza maratona dal 2011 quando proprio qui a Pisa feci il mio primato personale in 1h08’18”. In questi anni mi sono dedicato alle corse in montagna, la mia passione”. Sempre nella half marathon tra le donne vittoria sempre per i colori inglesi di Sarah Luise Cumber in 1h22’17”.
Una fantastica mattinata rallegrata anche dall’associazione dei Maratonabili che hanno corso tutta la mezzamaratona spingendo diverse carrozzine di ragazzi disabili e con la terza edizione della Happy ChristmasFamily Run che ha visto al via centinaia di persone, tante delle quali vestite da Babbo Natale in vero spirito natalizio.
Meritano una citazione due grandi personaggi. Il primo è l’italiano Antonio Grotto che con oggi ha corso la sua 719esima gara tra maratone e ultramaratone. Qui a Pisa sul traguardo in 3h56’20”. Il secondo è il 72enne inglese Kay Danny, classe 1941, che oggi ha corso e festeggiato la sua cinquecentesima maratona. Straordinari risultati, frutto di tanta costanza e caparbietà, un forte messaggio di benessere e di sicuro tanto tanto amore per la corsa e della mitica distanza di maratona. Kay Danny ha terminato la sua gara in 3h52’32”. E c’è anche chi in onore ed emulando Abebe bikila e la maratona di Roma olimpica 1960 ha corso oggi a piedi nudi. Si tratta di Daniele De Pasquale arrivato sul traguardo in 3h46”.
Si chiude così una splendida giornata di sport qui a Pisa, l’appuntamento non può che essere per la sedicesima edizione prevista nel dicembre 2014.
Cesare Monetti
Ufficio Stampa Pisa Marathon

ARTICOLI CORRELATI

Most Popular