Banner alto

Banner alto

Piazzatorre Bike Tour: Oscar Lazzaroni in cerca del bis nel penultimo atto del circuito Orobie Cup

Condividi su:

A Piazzatorre domenica 27 agosto in scena il penultimo atto del circuito Orobie Cup. Il leader Lazzaroni al via della gara organizzata dall’asd Piazzatorre. «Soddisfazione avere al via sia i master sia i giovani biker impegnati nella challenge Bg Cup Lombardia».

Johnny Cattaneo Wilier Force – foto credit Claudio Merisio

Tutto pronto a Piazzatorre, in Alta Valle Brembana, per la quarta edizione del Piazzatorre Bike Tour – Trofeo Kaflon, prova valevole come 9ª e penultima tappa di Orobie Cup. Riflettori puntati sul leader del circuito, Oscar Lazzaroni, sulla carta il favorito per la gara in programma domenica 27 agosto. «Sto bene – racconta Lazzaroni, già vincitore a Piazzatorre due anni fa – ma dopo i campionati italiani ho mollato un po’. Data la mia condizione sarà dura vincere». A dargli del filo da torcere ci penserà il compagno di squadra del team 2R Bike Store Andrea Giupponi, secondo nella classifica generale del circuito, lui che a Piazzatorre non ha mai vinto e che proverà sicuramente a imprimere il proprio nome nell’albo d’oro.

Lazzaroni e Giupponi dovranno fare i conti con Marzio Deho, alle prese con una stagione non brillantissima ma pur sempre condotta ad altissimo livello. Lo scorso anno il biker della scuderia Olympia fu artefice di un secondo posto dietro all’amico Johnny Cattaneo. A proposito di Cattaneo, l’atleta di casa – recentemente a segno in Repubblica Ceca – sarà il grande assente perché impegnato in una trasferta in Norvegia alla Birkebeinerrittet. Nel settore femminile troveremo ai nastri di partenza Paola Bonacina della Pavan Free Bike. Per quanto riguarda la categoria under 23 si schiereranno al via il bergamasco Daniel Tassetti del Ktm Protek Dama, Alessandro Viaretti e Matteo Valsecchi.

«Ci soddisfa il numero di iscritti, circa 250 proprio come nel 2016 – fa sapere Mauro Boschi, deus ex machina della manifestazione brembana, da una stagione presidente dell’asd Piazzatorre Valle Brembana -, si registra una lieve diminuzione fra i master compensata pienamente dalla partecipazione dei giovani. Avremo una 90ina di atleti delle categorie esordienti e allievi, vale a dire quasi il 50% in più rispetto alla scorsa edizione. Giungono anche da fuori provincia e addirittura da fuori regione. L’inserimento della corsa nel circuito Bg Cup Lombardia è stata una scelta azzeccata. Per noi infatti è fondamentale promuovere la disciplina tra i ragazzi». Un solo rammarico, «abbiamo soltanto 4 donne master, ci piacerebbe vedere una maggiore partecipazione femminile, ma anche in questo caso i numeri vengono bilanciati dalle categorie giovanili: avremo in gara molte ragazze». 

Con i suoi 19 km di sviluppo e 1125 m di dislivello up, il percorso del Piazzatorre Bike Tour è privo di pianura. «Qui i biker devono affrontare un susseguirsi di salite e discese. Di particolare interesse la salita più lunga che porta in cima a un ghiaione; certo, gli atleti avranno poco tempo di guardarsi intorno ma io consiglio di lanciare almeno un’occhiata al panorama che li circonda. Le salite, non lunghissime ma impegnative, si sviluppano perlopiù su strada sterrata. Le discese, su sentieri boschivi, richiedono tecnicità».

Ma quali sono i punti forti della gara di Piazzatorre, oltre all’ambiente montano? Lo scorso anno gli organizzatori sono stati riempiti di complimenti per il pasta party. Il gruppo regia, con anni di esperienza nell’allestimento di manifestazioni sportive (sci, corsa in montagna e ciclismo:  le tre anime dell’asd Piazzatorre), supportato da una 60ina di volontari, sa come rendere felici gli atleti. Appuntamento a domenica 27 agosto, partenza dei master alle ore 10.15.

E.B.