Banner alto

Banner alto

Pizzo Stella Skyrunning: marathon confermata. Sarà 3ª tappa del circuito La Sportiva

L’alta Valle Spluga è ormai una costante del circuito La Sportiva Mountain Running Cup. Dopo Colmen Trail e Ledro Sky, la challenge dedicata alle corse a fil di cielo sale in quota per la sua tappa più lunga, alpinistica e spettacolare. La data da segnarsi in agenda per la Pizzo Stella Skyrunning è domenica 11 luglio.

Pizzo Stella Skyrace 2017 Denisa Dragomir
ph Meneghello Ganassa

Dopo l’anno sabbatico imposto dalla pandemia da Covid 19, il gruppo Amici di Fraciscio è pronto a ripartire seguendo tutte le normative vigenti per portare sui sentieri delle 3 Valli Alpine di Spluga, Lei e Bregaglia alcuni dei migliori interpreti nazionali della specialità e non solo. Già confermata è infatti la presenza della campionessa rumena del team Red Bull Denisa Dragomir.

Rispetto al 2019 la grossa novità sta nella conferma della sola prova marathon, al fine di limitare i numeri e gestire nel migliore dei modi l’afflusso di atleti e pubblico. Per skyrace e prova vertical l’appuntamento è rimandato al 2022. Non solo, il comitato organizzatore ha inoltre deciso di contingentare il numero degli atleti mettendo a disposizione solo 250 pettorali. Una scelta sofferta, ma dovuta per ripartire in sicurezza.

Per il resto tutto confermato con l’ormai rodato anello da 35km disegnato alle pendici del Pizzo Stella (3163 m slm). Un itinerario di vero skyrunning tecnico e selettivo che premia chi sa correre, ma anche chi sa muoversi in ambiente tra sassi, creste e aerei single track che si snodano sopra i 2000m di quota. Gli atleti passeranno sui sentieri dei comuni di Campodolcino, San Giacomo Filippo e Piuro affrontando un dislivello positivo prossimo ai 2650 m e avranno la possibilità di transitare in posti di rara bellezza quali il lago artificiale della Val di Lei, il Pizzo Sommavalle (2863 m slm), la Forcella d’Avero (2332 m slm), il Bivacco Chiara & Walter (2661 m slm), il Passo dell’Angeloga (2386 m slm) e l’omonimo Rifugio (2042 m slm).

I record da battere sono datati 2019: 3h43’28” di Daniel Antonioli e 4h19’48”di Denisa Dragomir